Home Cronaca Assistenza domiciliare: novità dall’incontro tra il Comune e le Associazioni

Assistenza domiciliare: novità dall’incontro tra il Comune e le Associazioni

1076
19
SHARE

Napoli, ancora una volta si scende in campo al fianco degli “invisibili” perche i diritti vanno tutelati sempre, e soprattutto non possono essere mandati in vacanza. Il 21 luglio 2016 presso l’Assessorato al Welfare del Comune di Napoli, si è svolto un confronto tra l’Assessore Roberta Gaeta e una delegazione di Associazioni (Fish Campania, Ldh Napoli, Movi Campania, Famiglie in Rete e Aism Napoli) per tutelare al meglio i diritti delle persone con disabilità e quelli delle loro famiglie .E’ stato evidenziato quanto sia fondamentale, in questa delicatissima fase di avvio , l’obbligo per l’Amministrazione Comunale di rispettare i portatori di diritti e non solo i portatori di interesse :cooperative, sindacati, ecc…). Non è più accettabile navigare senza rotta né sul tema dei servizi né su quello degli interventi: le difficoltà sono troppe come gravi le conseguenze per chi ha bisogno che quei diritti vengano rispettati e non dimenticati. Il Comune , che di fatto non ha attualmente ancora approvato il bilancio, si difende affermando che le risorse stanziate per le politiche sociali dall’Amministrazione De Magistris sono circa 45 milioni,ma certo ancora molto poche ed inadeguate. Di contraltare le Associazioni chiedono che l’Amministrazione comunale inizi a produrre delle scelte sicuramente diverse rispetto al passato iniziando con l’applicare realmente i diritti sanciti dalla Convenzione Onu che di fatto garantirebbero sicuramente a molti cittadini con disabilità il passaggio da uno status assistenziale ad una vita autonoma e decorosa. L’Assessore Gaeta ha rassicurato le associazioni presenti che il servizio di assistenza domiciliare non sarà interrotto,e che , inoltre, a breve sarà attivo anche un nuovo servizio per la gestione dei reclami.. Le segnalazioni, ha specificato Gaeta, non cadranno nel vuoto, ma saranno seguite individualmente e raccolte in modo tale da poter far fronte ai disservizi in tempi molto più brevi. “Lo sforzo da parte dell’Assessore Gaeta -afferma Romano di Fish Campania- è apprezzabile, così come l’aver accettato la nostra proposta di aprire un tavolo di confronto permanente con il nostro mondo, ma allo stesso tempo chiediamo al Sindaco De Magistris, di investire di più; 45 milioni per il sociale sono pochi, basti pensare che solo per la disabilità sarebbero di fatto necessari almeno 8 milioni di euro.”In attesa che le promesse fatte dall’amministrazione comunale diventino realtà, continueremo a seguire la vicenda , per dare voce a “chi voce non ha”.

Di Giuseppe Musto

 

19 COMMENTS

  1. Ma chi scrive l’articolo ha mai aperto una grammatica? virgole con le E congiunzione, periodi troncati a caso, utilizzo dei due punti errato. Bah per non parlare dei contenuti, banali e senza capo né coda…

    • “Sono spiacente che i contenuti non rispondano alle tue aspettative.Tengo a precisare che i miei articoli parlano di vita vissuta in prima persona.Ti ringrazio,comunque per aver espresso la tua opinione.

      • La ringrazio sig. Musto per la risposta. Volevo farle notare che una volta aperte le virgolette, buona norma sarebbe chiuderle alla fine del periodo o della frase. Inoltre, l’utilizzo della virgola vorrebbe che tra la virgola stessa e la parola successiva ci fosse uno spazio. Idem con il punto. Cordialità

    • Mi dispiace, non sono affatto d’accordo con il suo commento sia in merito alla grammatica che “lei” pensa di conoscere , sia in merito ai contenuti, che forse a Lei non piacciono , ma che per quanto mi riguarda trovo , invece , molto interessanti.

      E, giusto per l’inciso, per quanto riguarda l’utilizzo della “e” come congiunzione, se è vero che questa di norma non deve essere utilizzata se preceduta da una virgola è altrettanto vero che ciò può avvenire nel caso in cui la logica del discorso pretenda la presenza di una maggiore pausa o si ritenga dare una diversa fluidità al discorso.
      Riguardo,poi, ai due punti l’errore potrebbe essere di riformattazione nel web.

      In ultimo sottolineo che personalmente al commento metto la faccia e non utilizzo fake per esprimere opinioni.

      • Mi scusi ma Lei (con lettera maiuscola per educazione) perché si erge ad avvocato difensore? Lei pensa di conoscere la grammatica? dal suo profilo noto che è insegnante, forse dovrebbe dare un occhiata agli scritti del suo protetto. Nel periodo “Napoli, ancora una volta si scende in campo al fianco degli “invisibili” perche i diritti vanno tutelati sempre, e soprattutto non possono essere mandati in vacanza” dove la logica del discorso prevede una maggiore pausa? Mi illumini… Ah ho tralasciato la mancanza di accento sulla e finale di perché sperando sia solo un errore di battitura…

        • Mi scusi “lei”,ma personalmente mi riesce difficile essere educata con chi di fatto mostra di non esserlo nascondendosi dietro un falso profilo e lanciando accuse solo perchè chiaramente chissà cosa gli rode.
          Comunque vista la richiesta voglio “illuminarla” e di seguito “le” riporto il link dell’Accademia della Crusca che “lei” spero conosca.
          Per comodità eccone uno stralcio:« …normalmente, l’uso della virgola resta una scelta stilistica personale, un modo per dare rilievo espressivo a singoli elementi di un testo, una maniera per conferire un particolare ritmo alla narrazione, ma, soprattutto, una scelta che determina significativamente lo stile comunicativo di un autore».

          Ora può anche non piacergli lo stile comunicativo del mio “protetto”, può anche appellarsi a tutti gli errori con i quali cerca di screditare l’articolo per i suoi motivi personali,sta dim fatto che dal numero delle visite gli altri non la pensano allo stesso modo, non “le”pare?

          Inoltre è evidente che “lei” non si intenda molto di formattazione web, di qui certi suoi appunti, ma ovviamete non si può essere “competenti” su tutto, non “le” sembra?
          Già tanto che si occupi di grammatica!

          http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/uso-virgola-prima-congiunzione

        • Ah…giusto per…
          «Lei pensa di conoscere la grammatica? dal suo profilo noto che è insegnante, forse dovrebbe dare un occhiata agli scritti del suo protetto».
          Sempre per l’Accademia della Crusca che “lei “ben conosce l’articolo determinativo va apostrofato quando seguito da un sostantivo femminile.
          Vorrei “illuminarla “ancora e quindi di seguito “le” riporto un link che le potrebbe interessare.
          E con questo concludo qui, mi annoia discutere con chi non ha il coraggio delle sue azioni e si erge,poi, a “Pater dei” senza cogliere neppure l’umiltà di chi scrive con il cuore.

          http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/larticolo-indeterminativo

          • Lei ha perfettamente ragione e chiedo venia dell’errore grossolano. Come vede non conosco la grammatica in maniera perfetta. Però non si adiri, non si inalberi non le fa bene alla salute. Lei rimarca il fatto che il mio sia un profilo falso con quale cognizione, mi scusi? E anche se fosse, se mi chiamassi Tullio De Mauro o Pinco pallino, la mia opinione avrebbe più senso? Mi sembra un po’ discriminatorio da parte di chi si fà paladino di cosi alte cause, non le sembra? Conosco l’Accademia della Crusca e se Lei legge con attenzione l’articolo menzionato, lo stesso Voltolini sostiene che «Se state mettendo la terza virgola all’interno di un periodo, allarme. Rileggete il periodo che state scrivendo e valutate se la virgola vi serve davvero per rendere più chiara e facile la lettura, oppure se vi state imbarcando in un periodo lungo e arzigogolato». Ora potrò non avere la sua cultura per quanto riguarda la formattazione web però non ricordo che la stessa ometta accenti, separi virgole, metta puntini sospensivi a caso e soprattutto non ricordo che dia tono e spessore ad uno scritto.
            Il suo protetto potrà anche averlo scritto con il cuore, di getto, con passionalità ma ciò non lo esenta da una rilettura per evitare figure barbine.
            Lei, tra l’altro (spero stavolta di aver scritto bene) con la sua insolita ed appassionata difesa, mette ancor più in cattiva luce la figura del suo protetto. Tra l’altro noto una certa somiglianza di stili tra gli scritti; ad esempio mettere la virgola staccata sia dall’ultima parola che dalla seguente, il punto attaccato alla parola successiva e non a quella precedente. Sarà Lei una ghost writer o una maldestra correttrice di bozze?
            Per quanto riguarda il numero di visualizzazioni, Lei, così competente di web analisys, sa bene che non è un indicatore di qualità. Se Lei apre dieci volte la pagina dell’articolo avrà dieci visualizzazioni in più, quindi eviti queste affermazioni.
            Ah non si annoi a discutere con me, sono certo che con il suo protetto avrà sicuramente delle discussioni più stimolanti culturalmente.

          • Onestamente non mi sembrano questi i giusti toni di una libera discussione che stanno scadendo nella calunnia e nella diffamazione. Se i miei articoli non piacciano non li legga!

          • …certo, mi rendo conto lei misuri tutto con il suo metro intravedendo falsità e meschinità che fortunatamente non mi appartengono: se dovessi scrivere lo farei a mio nome e mai mi permetterei di “correggere le bozze” di una persona che stimo moltissimo (ma mi rendo conto che certe cose per “lei” sono inconcepibili).
            E’ invece tangibile un suo rosicare per qualcosa e mi chiedo onestamente mi chiedo di cosa si tratti a questo punto, visto che ha giocato anche la carta di un velato insulto finale, ma onestà per onestà neppure raccolgo anche perchè ha perfettamente dimostrato agli occhi di tutti quanto possano essere “pertinenti” ed oggettivi i suoi commenti…
            Complimenti vivissimi, “le” auguro grandi successi.

  2. “Sono spiacente che i contenuti non rispondano alle tue aspettative.
    Tengo a precisare che i miei articoli parlano di vita vissuta in prima persona.
    Ti ringrazio,comunque per aver espresso la tua opinione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here