di Giuseppe Musto

Napoli – per le feste di Natale 2017 propone un fitto programma fino al 6 gennaio 2018 giorno dell’Epifania. Eventi, manifestazioni e tanti laboratori caratterizzano il Natale in città: Atmosfera natalizia al Teatro di San Carlo di Napoli per il balletto Pëtr Il’ič Čajkovskij “Lo Schiaccianoci che sarà dal 23 al 30 dicembre 2017 un’opera che è di sicuro uno tra i più bei balletti di tutti i tempi. Le bellissime musiche del compositore russo hanno più di 120 anni e durante questo periodo sono state interpretate dai migliori ballerini al mondo in edizioni sempre applauditissime dal pubblico. Dopo la ore prima del 23 dicembre al san Carlo lo Schiaccianoci sarà replicato nei giorni giovedì 28 dicembre 2017, Venerdì 29 Dicembre 2017 e Sabato 30 Dicembre 2017 sempre con doppio spettacolo, alle ore 17.00 e alle ore 21.00. Tutti chiusi i Musei a Napoli il 25 dicembre 2017, giorno di Natale, ma aperti sia domenica 24 sia martedì 26 dicembre 2017. Museo Archeologico Nazionale:24 dicembre 9.00 – 19.30 ultimo ingresso 19.00 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 9.00 – 19.30 ultimo ingresso 19.00. Castel Sant’Elmo: 24 dicembre 8.30 – 14.00. ultimo ingresso 13.00 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 8.30 – 17.00. Ultimo ingresso 16.00. (il 26 il Museo del Novecento è chiuso). Certosa e Museo di San Martino:24 dicembre 8.30 – 14.00. ultimo ingresso 13.00 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 8.30 – 19.30. ultimo ingresso 18.30. Museo Duca di Martina – Villa Floridiana:24 dicembre 8,30 -14,00 ultimo ingresso 13,15 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 8,30 – 19,00 ultimo ingresso 17,15 –  il parco chiude alle 17,15. Palazzo Reale di Napoli:24 dicembre 9.00 – 20.00 ultimo ingresso 19.00 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 9.00 – 20.00 ultimo ingresso 19.00. Tomba di Leopardi (parco Vergiliano):24 dicembre 9.00-14.00 ultimo ingresso 13.30 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 9.00-14.00 ultimo ingresso 13.30. Complesso monumentale dei Girolamini:24 dicembre 8.30 – 14.00 ultimo ingresso 13.30 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 8.30 – 14.00 ultimo ingresso 13.30. Museo e Villa Pignatelli:24 dicembre 8.30 – 17.00 ultimo ingresso 16 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 8.30 – 17.00 ultimo ingresso 16. Museo MADRE:24 dicembre ore 10.00-18.30 ultimo ingresso 17.30 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre ore 10.00-19.30. Ultimo ingresso: ore 18.30 apertura straordinaria gratuita Palazzo Zevalloss:24 dicembre 10.00 – 18.00 ultimo ingresso 17 / 25 dicembre – Chiuso / 26 dicembre 10.00 – 20.00 ultimo ingresso 19. Grande novità al MANN il Museo Archeologico Nazionale di Napoli: dal 22 dicembre 2017 al 28 febbraio 2018 ci sarà una mostra particolare dal titolo “Il Napoli nel mito – Storie, campioni e trofei mai visti” che è nata dalla collaborazione tra il MANN e la Società sportiva calcio Napoli. Una mostra imperdibile per i tifosi e per tutti i napoletani che seguono la squadra della loro città che proprio quest’anno sta regalando momenti incredibili a tutti.  In esposizione tanti cimeli e memorabilia e per la per la prima volta, tutti i trofei vinti dalla squadra partenopea nel corso della sua storia. La mostra ‘Il Napoli nel mito – storie, campioni e trofei mai visti, in mostra al MANN’ sarà aperta fino al 28 febbraio 2018 aperta tutti i giorni, tranne il martedi, dalle 09.00 alle 19.30). Teatro Politeama di Napoli un classico di Natale “La Cantata dei Pastori, ovvero: due ladroni a Betlemme” con Peppe Barra. Lo spettacolo rimarrà al Politeama dal 14 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018. La “Cantata dei pastori” è uno degli spettacoli più tipici dalla tradizione popolare napoletana. Una grande mostra dedicata al mondo magico di Harry Potter che si terrà dal 8 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 nel suggestivo Museo della Ceramica del Vomero. Una mostra con ben 150 oggetti magici che racconterà il mondo del piccolo maghetto con gli strumenti dei suoi incantesimi “così simili agli incantesimi della Floridiana.” Vicino alla bella collezioni di seimila opere in ceramica troveremo e scopriremo tutti gli oggetti del magico mondo di Harry Potter che abbiamo conosciuto nei simpatici libri di J.K. Rowling, disposti in un suggestivo allestimento, nei tre piani del museo.