Home Calcio NAPOLI, QUANTE RISPOSTE!

NAPOLI, QUANTE RISPOSTE!

146
0
SHARE
copyright foto di Fabio Sasso - agenzia FPA - www.flashpressagency.com

di Mario Civitaquale

Napoli Archiviata con un successo la prima giornata di campionato per il Napoli.

Per molti una sorpresa.

Si parlava di inizio difficile, di trasferta proibitiva, di un Napoli “imballato” e poco competitivo.

Non è stato così.

Attenzione si tratta di una sola giornata e quindi ogni opinione è ampiamente modificabile. Ma anche una sola partita spesso può fornire indicazioni.

Ebbene, in due ore il Napoli ha risposto a tutti.

Ha risposto innanzitutto a chi parlava di Juventus stellare con il quartetto fantasia davanti: Cuadrado-Dybala-Douglas Costa-Ronaldo.

In serie A questo non è fattibile se a fare interdizione c’è  Pjanic e sulle fasce ci sono due terzini che sono più che altro ali come Cancelo e Alex Sandro. 

Allegri ha trovato una quadra (ed una faticosa vittoria) con l’inserimento di Mandzukic. E allora ci si accorge che i bianconeri sono gli stessi dell’anno scorso con Ronaldo, fenomeno, al posto di Higuain, fenomeno in serie A.

Il Napoli ha inoltre risposto a chi diceva che gli azzurri erano forti per il gioco di Sarri ma con l’arrivo di Ancelotti e di nessun top player erano da quarto, quinto posto. 

E’Ancelotti il top player. Un allenatore che ha vinto tutto dovunque, gestendo campioni e competizioni internazionali può solo fare bene con una squadra che ha fatto quasi 300 punti in 3 anni.

E’in grado di stimolare l’intera rosa, non lasciando indietro nessuno, di capire i momenti della partita, di prepararla in base all’avversario. E’uno dei migliori al mondo.

Il Napoli ha risposto ancora a chi diceva che servivano Cavani e Benzema.

Milik ha fatto due gol ieri (uno annullato) e altri due in precampionato. Ha segnato inoltre negli ultimi 2 anni, in 14 partite giocate, 7 gol.

Si muove bene, fa salire la squadra, fa da sponda per le ali. Insomma un centravanti completo. Oscurarlo con un top player, lui pagato più di 30 milioni, era alla stregua di un “reato”.

Infine, il Napoli ha risposto alle critiche a Hysaj, per tutti non adatto al gioco di Ancelotti, fatto di terzini che spingono e crossano.

Anche da queste pagine si è detto che l’albanese non ha nella fase offensiva il suo punto di forza. Ma in fase difensiva è impeccabile e ieri lo ha dimostrato.

E va bene così, considerando che il Napoli spinge a sinistra, ora con Mario Rui in futuro con Ghoulam, in un calcio dove serve sempre equilibrio. La Juve di Verona insegna. 

Ove poi occorrerà attaccare c’è Malcuit pronto a giocare.

Insomma, con l’arrivo dell’esperto Ospina, il Napoli sembra apposto così. Il centrocampo, unico reparto da riscoprire con Hamsik in regia alternato a Diawara, a breve girerà.

Fiducia allora per un Napoli che alla prima vera occasione ha zittito molte voci.

sotto reportage della partita

Pubblicato da Flash Press Agency su Sabato 18 agosto 2018

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.