Home News Pizza1One, il format televisivo sulla pizza napoletana, condotto da Gianni Simioli, sbarcherà...

Pizza1One, il format televisivo sulla pizza napoletana, condotto da Gianni Simioli, sbarcherà anche in Giappone.

1092
0
SHARE

NAPOLI – Venticinque puntate in onda su Televomero, Tv Luna e Lira Tv dal 1 aprile 2015, registrazioni al via lunedì 23 febbraio.  Le registrazioni cominceranno lunedì 23 febbraio presso uno studio televisivo allestito ad hoc con quattro forni e una maxi dispensa piena di prodotti alimentari campani ma “Pizza1One”, format televisivo sull’arte della pizza napoletana già fa gola anche ai giapponesi. Alcuni emittenti del Sol Levante, guidate dal napoletanissimo Girolamo Panzetta
trasmetteranno il concorso televisivo made in Campania ideato dall’Istituto nazionale pizza (Inp), presieduto da Claudio Ospite. Il programma, giunto alla sua seconda edizione, condotto da Gianni Simioli, vedrà sfidarsi 96 pizzaioli nel corso di 25 puntate (24 eliminatorie più la finalissima). Il 1 aprile la messa in onda sulle emittenti Televomero, Tv Luna e Lira Tv in modo da coprire tutto il territorio regionale, il basso Lazio e parte della Basilicata. La direzione di produzione sarà curata da “Gigio Rosa Promotions”. Media partner dell’evento Radio Marte Stereo. Pizza1One rientra tra le attività di promozione del Made in Campania ed è cofinanziato dalla Regione Campania, assessorato alle Attività produttive con i fondi POR FESR, obiettivo 2.6. I dettagli della trasmissione sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa questa mattina presso il ristorante Reginella a Napoli da ClaudioOspite, presidente dell’Istituto nazionale pizza (Inp), dal regista Michele Mancinelli, dallo showman Gigi Grieco, da Giuseppe Abussi funzionario regionale per lo sviluppo economico e le attività produttive, dallo sponsor
Carmine Caputo (Antico Molino Caputo) e dai più importanti maestri pizzaioli tra cui Attilio Albachiara (“Da Attilio” ad Acerra), Umberto Fornito (Antica Pizzeria Frattese – Frattamaggiore), da Marco Amoriello (“Dal Guappo” a Moiano-Benevento), da *Errico Porzio* (Lampo 2 by Porzio), da Salvatore Lionello (Paradise ad Orta di Atella) e Maurizio Ferrillo (Pizzazzà in via Cavalleggeri). Un campionato tra pizzaioli per aggiudicarsi l’ambito trofeo “Città di
Napoli” che premierà la bravura, la creatività, il carisma e l’intraprendenza del pizzaiolo ma anche la bontà della pizza. Trenta minuti per ogni trasmissione in cui si sfideranno quattro concorrenti: ognuno dovrà cucinare la propria pizza utilizzando prodotti agro-alimentari, esclusivamente campani, messi a disposizione da aziende del territorio ed esposti in un’ampia dispensa lunga oltre 6 metri ed alta 2 metri. Ogni concorrente, inoltre, dovrà indicare il nome della pizza e gli ingredienti che utilizzerà per la farcitura. In ogni trasmissione verrà divulgata la ricetta di una pizza che i telespettatori potranno preparare da soli a casa e al termine della rassegna, sarà realizzata una pubblicazione con tutte le ricette presentate nel corso delle singole puntate. La finalissima vedrà in gara i migliori 24 pizzaioli selezionati nelle fasi eliminatorie. Le trasmissioni saranno registrate secondo il seguente calendario: 23, 24, 25, 26 febbraio e 2,3,4,5 marzo. Ogni giorno saranno registrate tre trasmissioni, ognuna con quattro concorrenti, della durata di 30 minuti. Il 9 marzo, invece, si registrerà la finalissima con 24 concorrenti e
durerà due ore. La messa in onda partirà il *1 aprile su Televomero, Tv Luna e Lira tv*: due giorni a settimana più le repliche. I primi tre classificati riceveranno il trofeo “Città di Napoli”, dal quarto al dodicesimo una targa ex aequo e dal dodicesimo al ventiquattresimo uno scudetto. Lo studio sarà allestito in modo da ospitare la giuria tecnica e il pubblico. “Abbiamo ideato questo format televisivo per rilanciare i prodotti agro-alimentari della nostra terra e mettere in luce la maestria e la bravura dei nostri pizzaioli – spiega Claudio Ospite, presidente Inp – e speriamo di poter diffondere il format anche su altri emittenti, non solo locali”. “PizzaOne ci porterà dentro le eccellenze campane, ci farà gustare il meglio dei prodotti agricoli della nostra terra – afferma il conduttore Gianni Simioli – e soprattutto ci farà apprezzare la maestria di tanti bravissimi e giovani pizzaioli, veri ambasciatori del made in Campania nel mondo”.
“La Regione Campania è lieta di affiancare l’‘Istituto Nazionale della Pizza nella realizzazione di PizzaOne il nuovo format televisivo che darà grande visibilità al mondo della pizza e all’indotto a essa relativo – afferma *Francesco Paolo Iannuzzi* Direttore Generale Sviluppo Economico e Attività Produttive – l’iniziativa, che punta alla valorizzazione delle eccellenze agroalimentari campane, vuole segnare una rottura con l’immagine negativa scaturita dal fenomeno ‘Terra dei fuochi’ e darà un grande impulso all’economia di questo settore che rientra, inoltre, nel Progetto di potenziamento del Made in Campania finanziato dall’obiettivo operativo 2.6 Por Fesr Campania 2007-2013”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.