Home Sport Super Femiano affonda la Rari Nantes Napoli.

Super Femiano affonda la Rari Nantes Napoli.

1061
SHARE

 NAPOLI – La Zurich Barbato Cesport si aggiudica il derby alla Scandone. Non siamo tornati alle elementari ma un numero ricorre sovente per la Zurich Barbato Cesport.Cinque gol segnati dal bomber di razza Alessandro Femiano contro il club di Santa Lucia, il “cinque” scambiato dall’attaccante napoletano durante la partita, prima con Carlo Cuomo e poi con l’intera panchina gialloblu, una volta uscito tra i fragorosi applausi del pubblico della Scandone. Cinque i punti di vantaggio maturati sulla diretta inseguitrice, l’Acicastello, sconfitta (5 + 5) 10 – 9 dall’Ossidiana. Non ultimo il numero indossato sulla calottina. Casualità? Coincidenza? Naturalmente il 10. Avevate qualche dubbio?  Battuta 11-13 nel derby di B la Rari Nantes Napoli, reduce dal pareggio in Sicilia contro il Cus Unime (10-10), che proprio quest’anno festeggia i 110 anni di vita. “Sono contento per il nostro approccio in termini di cattiveria. Al di là dell’aspetto tecnico, contava soprattutto la testa e la concentrazione, che sono mancate nelle ultime prestazioni. Abbiamo vinto ai danni di una Rari motivata, desiderosa di far bene e pronta ad approfittare del nostro momento no. Dopo il match con il San Mauro non erano ammessi passi falsi. Risposta in vasca all’insegna della grinta e della determinazione. Siamo stati concentrati e ognuno di noi ha dato il 100%”. Si esprime così Femiano, che puntualizza un aspetto di non trascurabile valore. “Ringrazio il presidente Giuseppe Esposito, per avermi accordato fiducia: la multa onerosa pagata dal patron mi ha permesso di scendere in acqua. Inoltre ringrazio di cuore  i miei compagni, che mi hanno sostenuto nel siglare una cinquina”. Da sabato ritorna Vincenzo Di Carluccio, assente giustificato. E sarà tutta n’ata storia.

di Massimo Santoro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.