Home Cronaca MUORE IVAN GRIMALDI: NAPOLI E SCAMPIA RESTANO IN SILENZIO, la città è...

MUORE IVAN GRIMALDI: NAPOLI E SCAMPIA RESTANO IN SILENZIO, la città è assente alla camera ardente, manca anche una corona di fiori del comune di Napoli.

4490
SHARE

NAPOLI – Nella Vela gialla di Scampia viveva un ragazzo di 20 anni, Ivan, un giovane alto un metro e ottanta costretto su una sedia a rotelle elettrica a causa di un grave incidente, una caduta quando aveva dodici anni che lo ha paralizzato dalla testa in giù.DSCF2003
La sfortuna che si accanisce alla sfortuna, la famiglia di Ivan viveva già una condizione disagiata, i genitori senza lavoro, come molti abitanti del quartiere a Nord di Napoli, un figlio a cui il destino ha riservato un percorso tortuoso, un ragazzo forte però che diceva:”Vorrei una casa dove poter girare, un ambiente pulito, un posto dove potermi muovere, dove non ci sono tutte queste droghe…Qui c’è umidità, io ne risento”.

Le istituzioni? Nel 2011 il sindaco de Magistris andò a trovarlo assicurando l’organizzazione di una cena sociale per raccogliere fondi. Sono passati quattro anni e la promessa è stata purtroppo mancata, nonostante il primo cittadino abbia annunciato che a settembre i genitori di Ivan ed altre famiglie di Scampia si vedranno consegnati gli alloggi comunali, assenza di pudore e di civiltà consegnare ad una famiglia che ha perso un figlio una casa per cui si è lottato da tempo, eppure quella casa alla famiglia spetta ancora oggi.

Il destino? Quaranta giorni fa, una febbre colpisce Ivan, spesso accadeva vista la salute cagionevole del ragazzo, e i genitori lo accompagnano in ospedale, al Cardarelli, viene ricoverato e poi nel giro di una notte lo scorso 5 luglio muore. Si sarebbe trattato di una setticemia. La famiglia denuncia la struttura sanitaria, “con un’adeguata assistenza il decesso poteva evitarsi”, dice Anna, la madre.
Il ragazzo è rimasto parcheggiato per giorni su di una barella nonostante l’aumento delle piaghe da decubito, è scattato il sequestro delle cartelle cliniche, saranno gli inquirenti a fare chiarezza.

Ora? Questo pomeriggio si svolge a Scampia il funerale di Ivan, ma la folla che ha accompagnato Ciro Esposito è assente, le istituzioni, il sindaco, il presidente della Municipalità, i rappresentanti  dei comitati non ci sono (tranne quello delle Vele), anche l’attenzione dei media non ha avuto nessun richiamo, nessuno striscione per le strade del quartiere, nessuna acclamazione, nessun gruppo di tifosi del Napoli accorso ad acclamare come si è fatto in altre occasioni, come quella del tifoso Ciro esposito.
Ivan come Ciro è un eroe (Ma vero), ha lottato per far valere i suoi diritti, ma forse la sua voce non è bastata.

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.