Home Sport Napoli, la corsa è sulla Roma

Napoli, la corsa è sulla Roma

1373
SHARE

Napoli. “9 giorni” è un thriller di grande successo scritto da Gilly Macmillan, tradotto in 14 paesi, in cui una madre, Rachel Jenner, si trova stretta fra il dramma di aver perso il figlio, le sempre più serrate indagini della polizia, la pubblica gogna dei media e la scoperta di non potersi fidare più di nessuno.9 giorni sono quelli che, secondo i principali tour operator, occorrono per visitare l’Islanda e le sue principali attrazioni: Reykjavik, le cascate Gullfoss, i geyser, il parco nazionale di Thingvellir e Skaftafell, la laguna glaciale di Jokulsarlon, il parco nazionale di Jokulsargljufur, Dettifoss, la penisola di Snaefellsnes e molto altro.

9 giorni, calcisticamente parlando 9 giornate, ci ha messo il campionato di serie A per delineare quella che, con ogni probabilità, sarà la lotta scudetto 2015/2016: Napoli-Roma.

La nona giornata di campionato infatti non ha fatto altro che confermare ciò che già era nell’aria da un po’.

L’Inter “la regina del mercato”, sebbene sia partita forte, con cinque vittorie su cinque incontri, in realtà, per il gioco espresso, non ha mai convinto, segnando pochissimo e non conquistando i “tre punti” da ben quattro giornate: troppe per chi vuole aspirare al tricolore.

La Juve, dal canto suo, alterna partite buone a prestazioni deludenti e, complice la rivoluzione nell’ “undici titolare” , appare poco omogenea e con scarse sinergie, lontana dalla squadra dello scorso anno che annientava gli avversari, senza possibilità di replica.

Lazio, Fiorentina e Milan, con fortune alterne, potranno certamente far divertire, dare “fastidio” ai piani alti, ma non hanno né una rosa né tantomeno una formazione titolare  cosiddetta “da scudetto”, potendo tuttalpiù sperare in un utopico terzo posto.

E allora ecco che si delineano le candidate alla vittoria finale: Napoli e Roma, che hanno dimostrato di saper vincere, indistintamente, con le “grandi” e con le “piccole”.

Si tratta innanzitutto di due squadre solide in difesa, con buoni centrali, terzini che sanno alternativamente spingere e difendere e portieri di prim’ordine.

Vantano poi un centrocampo fatto di un devastante mix di qualità e quantità, che assicura peraltro non pochi gol.

Gli attacchi, dal canto loro, sono, dati alla mano, i migliori della serie A, con fuoriclasse assoluti, capaci di risolvere in ogni momento anche le partite difficili.

Si tratta infine di squadre guidate da due tecnici tatticamente “attenti”, capaci sia di preparare le partite sia di leggerle in corso, facendo gli opportuni cambi e prendendo i dovuti accorgimenti.

Tutti ingredienti per delle perfette “corazzate”.

Nell’anno dell’ “Expo Milano 2015”, che ha mostrato un Italia Settentrionale organizzata, all’avanguardia e capace di accogliere e strabiliare migliaia di persone da tutto il mondo, il calcio dice altro: la lotta scudetto 2015/2016 si gioca al Centro-Sud.

di Mario Civitaquale

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.