Home Cronaca BUFERA RAI: NAPOLI BISTRATTATA A "L'ARENA"

BUFERA RAI: NAPOLI BISTRATTATA A "L'ARENA"

1205
SHARE

NAPOLI. Il sindaco di Napoli ha espresso tutta la sua rabbia e si è detto indignato per gli attacchi vergognosi studiati a tavolino.
Personalmente non ha seguito la trasmissione domenicale di Raiuno, “L’Arena”, condotta da Massimo Gilletti, ma è stato messo al corrente del teatrino svoltosi in studio da coloro che vi hanno preso parte, l’assessore Alessandro Fucito, i consiglieri comunali Antonio Crocetta e Carlo Iannello, sembrano dunque non esclusi passi ufficiali verso la Rai.
de Magistris si è molto infastidito ed ha voluto ribadire che non è la prima volta che accade che nel talk domenicale si punti il dito contro la città partenopea, cucendo su di essa un vestito inesistente.
Il tema del servizio pubblico, ovvero del ruolo della Rai che dovrebbe essere di imparzialità e che invece si schiera contro la città, rappresenterebbe un colpo basso. Appare quasi scontata una protesta formale alla commissione di Vigilanza della Rai retta da Roberto Fico, napoletano anch’egli.
L’azienda è pubblica, ma non eroga un servizio pubblico, è intollerabile che un conduttore che deve essere arbitro lanci giudizi così trash senza che nessuno intervenga.
Dal servizio pubblico ci si attende imparzialità, l’allusione alla campagna elettorale è chiara, così come il tema di non avere un partito alle spalle, tranne Sel, che si sta attrezzando per fare un’interpellanza parlamentare a difesa della città, non della parte politica.
Silenzio da parte di tutti gli altri schieramenti, la questione è nata dai biglietti omaggio alle autorità per l’ingresso allo stadio San Paolo e nel mirino non sono finite tutte le autorità, ma solo assessori e consiglieri comunali.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.