Home Cronaca La margherita di Luigi Basilico vince la finalissima di Pizza1one 2017

La margherita di Luigi Basilico vince la finalissima di Pizza1one 2017

1871
SHARE

Secondo posto per Vincenzo Gagliardi, terzo classificato Danilo Fusco dall’8 marzo in onda su Italia Mia e Tv Oggi.
Napoli – Con una pizza margherita ai pomodori San Marzano dop, mozzarella di bufala
dop, olio e basilico, *Luigi Basilico*, classe 1989, ha vinto la terza
edizione del campionato televisivo Pizza1one, ideato dall’Istituto
Nazionale Pizza presieduto dal cavalier *Claudio Ospite* e condotto da
Peppe Nardelli per la regia di Antonio Canitano. “Sono cresciuto nella
pizzeria di mio padre, ‘Il Branzino’ di Caivano, dove ho imparato un
mestiere di famiglia e questo premio mi emoziona e mi rende orgoglioso allo
stesso tempo” ha dichiarato il 27enne Basilico che si era presentato alle
prime puntate eliminatorie con pizze molto più elaborate: la “Gran Rosè”
con pomodorini gialli del piennolo, crema di noci, guanciale stagionato,
provola di Agerola, noci granulate e rose commestibili e, per le
semifinali, con una “Zuccherina” alla crema di zucca, pancetta, provola
affumicata e melanzane grigliate. “Per la finalissima ho preferito puntare
sulla tradizione e sono contento che la giuria abbia premiato questa mia
scelta”. La medaglia d’argento della competizione va a *Vincenzo Gagliardi*,
33 anni, palermitano, oggi titolare della pizzeria “Arte Bianca” di Caserta
che ha conquistato il secondo posto con la “Three stars”, una pizza con
asparagi, carciofini, patate al forno saltate nella cipolla di Tropea,
erbette cipollina, fiordilatte, peperoncini verdi di Sicilia e rucola.
“Sono abituato alle gare – ha affermato – ma la partecipazione al Pizza1one
mi ha davvero emozionato”. Terzo classificato *Danilo Fusco*, 32 anni di
Secondigliano (pizzerie “Benevenuti al Sud” al corso Secondigliano e al
corso Vittorio Emanuele a Napoli) che ha conquistato la giuria con una
pizza doppia, con ripieno di provola di Agerola, polpette con pomodoro San
Marzano, olive e cipolla, e una fonduta di formaggio fuso, applicata
all’uscita dal forno, sopra il secondo disco di pizza. Fusco, inoltre, si è
aggiudicato il premio speciale della giuria, composta dai veterani
dell’Unione Pizzerie Storiche Centenarie Napoletane, presieduta da Antonio
Starita (“Starita a Materdei”) nella puntata fuori-concorso “Sfida al
campione”, a colpi di una semplice margherita, contro Nino Pannella, il
vincitore della precedente edizione del Pizza1one. Molte apprezzate, anche
se non sono riuscite a salire sul podio, le pizze preparare dagli altri
cinque concorrenti giunti in semifinale: Carmine Landi, Pasquale Di Fiore,
Alessio Velardo, Giacomo Travaglino, Mario Giordano, sotto lo sguardo
attento, mai severo ma spesso complice e rassicurante, dei giudici di forno
Fabio Cristiano, Alessandro Mosca, Angelo Tramontano e Marco Di Pasquale

(Foto reportage trasmissione di Fabio Sasso per conto dell’Agenzia Flashpress)Nella sezione celiaci trionfa *Michele Sorvillo*, 24 anni, di Orta di
Atella (pizzeria ‘O Sole Mio), in provincia di Caserta, con una pizza alla
panna, ai funghi porcini, provola affumicata, salsiccia e mozzarella di
bufala dop, ha superato gli altri quattro finalisti: Salvatore Lioniello,
Michele Maresca e Matteo Specchio.“Questa vittoria mi carica ancora di più
per la sfida di Parma all’inizio di maggio” ha affermato Sorvillo, che ha
avuto come maestro e giudice di forno Marco Amoriello (pizzeria “Il Guappo”
a Moiano-Benevento), decano delle pizzerie dedicate ai celiaci.

Dagli studi di registrazione alla messa in onda: si comincia *mercoledì 8
marzo, alle ore 19:00* su *Italia Mia *(canale 274 sul digitale per la
Campania e 187 per il Lazio). Si continua anche giovedì 9 marzo (ore 19:00)
e venerdì 10 marzo (ore 18:30), con repliche nei giorni successivi alle ore
12:00. Per gli orari di messa in onda su *Tv Oggi* e per ogni altra
informazioni consultare il sito *www.istitutonazionalepizza.it
< http://www.istitutonazionalepizza.it/>* e la pagina Facebook dedicata a
Pizza1one.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.