Home News Presentato a Palazzo Zevallos il volume del Real Monte e Arciconfraternita di...

Presentato a Palazzo Zevallos il volume del Real Monte e Arciconfraternita di San Giuseppe dell’Opera di Vestire i Nudi

1074
0
SHARE
Foto di Domenico Stravino per conto della Flash Press Agency

Napoli – ieri a Palazzo Zevallos c’è stata la presentazione del volume Il Real Monte e Arciconfraternita di San Giuseppe dell’Opera di Vestire i Nudi.

La carità tra fede, arte e storia (1740-1890), a cura di Almerinda Di Benedetto. Finanziato dalla Fondazione San Giuseppe dei Nudi, presieduta da Ugo de Flaviis, il volume è frutto di un lungo e complesso lavoro a piu mani che ha visto coinvolti numerosi studiosi tra storici, storici dell’arte e dell’architettura, antropologi e musicologi che hanno ricostruito la storia della prestigiosa istituzione, fondata nel 1740 sotto l’egida di Carlo di Borbone.  L’obiettivo è stato quello di ripercorrere centocinquanta anni di vita del pio sodalizio, come chiarisce la curatrice, docente di Storia dell’arte contemporanea dell’Università della Campania ‘Luigi Vanvitelli’, e consulente per il patrimonio storico artistico della Fondazione, tenendo conto che, dopo un secolo e mezzo di attività e splendore l’Ente ha attraversato, nella seconda metà del Novecento, una lunga fase di difficoltà, con inevitabili ricadute sul patrimonio e la sua conservazione. Patrimonio che vanta una ricca collezione di dipinti, sculture, oggetti di arte sacra e antiche reliquie e un prezioso Archivio ancora poco studiato. Tra i fondi documentali di maggiore rilievo è certamente quello musicale, costituito da manoscritti di opere per lo più inedite, composte da alcuni dei rappresentanti dell’antica e gloriosa  Scuola Musicale Napoletana.

 

Basti ricordare Giovanni Paisiello, chiamato come maestro straordinario di Cappella nel 1801, che i Confratelli accolsero con un privilegio pari a quello da lui accordato alla corte reale. Fulcro della collezione è l’antichissima reliquia rappresentata dal bastone fiorito di San Giuseppe, noto come  ‘a mazzarella ‘e san Giuseppe’, oggetto di culto da quasi tre secoli e quintessenza apotropaica della fede cristiana e cattolica. Splendida la collezione di pianete, piviali, borse e veli da calice, che si sono conservati sufficientemente integri nelle stoffe preziose e nei ricami originali, ricca al punto da costituire da sola un nucleo cospicuo e significante del patrimonio. Va ricordato infine che la storia del Real Monte si lega a quella della Chiesa di San Giuseppe dei Nudi, piccolo gioiello tardo barocco nel cuore di Napoli con il prezioso organo settecentesco, e luogo prescelto per il rito della ‘Vestizione dei Nudi’, cerimonia solenne di esercizio di beneficenza che si svolgeva alla presenza del re e del Papa.

Il volume sarà presentato da Rosanna Cioffi, prorettrice alla Cultura dell’Università Vanvitelli, con Ugo Carughi ed Elvira Chiosi.  Modera Gino Giaculli.

di Domenico Stravino

cliccare sotto per vedere reportage fotografico

 

Palazzo Zevallos si presenta il volume Il Real Monte e Arciconfraternita di San Giuseppe dell’Opera di Vestire i Nudi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.