Home Aversa Terra dei Fuochi: Il ministro Costa e Di Maio presentano il D....

Terra dei Fuochi: Il ministro Costa e Di Maio presentano il D. L. nella casa di Don Peppe Diana

1845
SHARE

Casal di Principe (CE) – Venti milioni recuperati “nelle pieghe del bilancio” subito a disposizione per gli studi sul territorio, un altro centinaio arriverà per le bonifiche e tutte le competenze relative alla terra dei fuochi si spostano al ministero dell’Ambiente.

Il titolare del dicastero Sergio Costa, il generale che da quasi vent’anni è in prima linea sulla lotta alle attività illecite legate allo smaltimento di rifiuti tossici, presenta il suo decreto nella casa di Don Diana a Casal Di Principe, bene confiscato alla camorra e intitolato al prete giustiziato nel 1994 dal clan dei Casalesi. “La nostra presenza qui non è solo simbolica, ma concretamente significativa”, dice. A un mese esatto dal giuramento come ministro, ha mantenuto la promessa: l’ambiente prima di tutto.

Lo spostamento delle competenze, per il ministro, è “fondamentale”: “senza questo primo decreto non potremmo scrivere il successivo, che noi chiamiamo ‘Terre dei fuochi’, al plurale, e che avrà il compito di programmare e realizzare la messa in sicurezza permanente e la bonifica di quei territori che, per problematiche simili, chiamiamo le terre dei fuochi d’Italia”.

“Le mafie si combattono prima di tutto con il lavoro”, afferma Luigi Di Maio. “Combattere le mafie significa combattere il gioco d’azzardo legale e illegale; le mafie si combattono con le politiche ambientali. E i decreti, i primi due che abbiamo fatto – ha aggiunto -, sono stati i decreti dignita’ e Terra dei Fuochi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.