Home Napoli “John Gabriel Borkman”: il self made man al Teatro Mercadante

“John Gabriel Borkman”: il self made man al Teatro Mercadante

1095

D

 RECENSIONE – Con il primo gelo di quest’anno il freddo dell’inverno di “John Gabriel Borkman” in scena al Teatro Mercadante cade proprio a pennello. La regia di Marco Sciaccaluga ripropone un’opera dell’autore scandinavo Henrik Ibsen tutta volta in realtà a sondare un altro tipo di temperature basse: il freddo dell’anima. E lo fa raccontandoci una storia soffocante e grigia grazie anche alla cura di scenografie particolarmente tetre a effetto.

Protagonista della vicenda è John Gabriel Borkman, interpretato egregiamente da Gabriele Lavia. Si tratta di un self made man che punta tutto sulla carriera. Un uomo disposto a rubare non per personale tornaconto, ma perché si innalza in questo modo a emblema del progresso in un moto di ribellione contro il vecchio mondo precapitalistico. Non mancano i temi approfonditi come la crisi di un matrimonio spento e il rimpianto di un primo amore a cui Borkman ha rinunciato per interesse. Emergono tutte le distanze fra l’universo femminile e quello maschile o argomenti cari all’Ottocento – e poi al Novecento – come il simbolismo, il superomismo, l’idealismo e le psicopatologie. I dialoghi sono costruiti con raffinata minuzia, a tal punto che sarebbe plausibile giudicare quelle fra i personaggi conversazioni di oggi. Ed è proprio qui che risiede la grandezza e l’attualità di un’opera egregiamente complessa come “John Gabriel Borkman”.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.