Home Calcio I pali del San Paolo fermano il Napoli: la Juve vince 2-1

I pali del San Paolo fermano il Napoli: la Juve vince 2-1

532
0
SHARE

Napoli-Dopo un inizio di gara nervoso ma molto equilibrato, al ventiquattresimo minuto è avvenuto l’episodio che ha condizionato tutta la partita: un avventato retropassaggio di Malcuit ha costretto Meret ad un uscita rovinosa su Ronaldo che accentua la caduta ed il contatto inducendo l’arbitro Rocchi ad espellere il portiere azzurro per fallo da ultimo uomo. Dopo più di un anno dall’introduzione del V.A.R. è incredibile che in casi del genere l’arbitro non decida di rivedere l’episodio in prima persona. Con la conseguente punizione la Juve è passata in vantaggio grazie ad una micidiale finalizzazione di Pjanic. La squadra di Ancelotti, pur essendo in svantaggio di una rete e con un uomo in meno, non si è scoraggiata ed ha subito colpito un palo. Il primo tempo si è concluso, però, per 2-0 a favore dei bianconeri, grazie al gol siglato di testa da Can, favorito da un errore di marcatura di Hysaj.

La seconda frazione è iniziata con la sostituzione di Malcuit con Mertens. L’approccio degli azzurri è stato subito aggressivo ed alla ricerca di una rete che riaprisse l’incontro. Dopo pochi minuti è stato espulso Pjanic per doppia ammonizione, dando ulteriore slancio ai partenopei; gli azzurri hanno dominato fino alla fine sulla Juventus (mettendola in grave difficoltà con le proprie verticalizzazioni improvvise), siglando prima il 2-1 con Callejon e poi sciupando il rigore del 2-2, calciato sul palo da Insigne. L’errore dal dischetto è sembrato aver spento le velleità del Napoli che, pur continuando il proprio pressing, non è riuscito a creare altre limpide occasioni da gol.

La Juve ha, così, conquistato tre importantissimi punti tanto da poter considerare chiusa la pratica scudetto e dedicarsi al match di ritorno degli ottavi di Champions League contro l’Atletico Madrid. Un Napoli coraggioso ha combattuto tutta la partita anche contro gli episodi sfavorevoli: è da questa generosità che gli azzurri dovranno ripartire giovedì nel match casalingo contro il Salisburgo per cercare di vincere l’Europa League e per finire nel migliore dei modi un campionato, talvolta sfortunato, ma che comunque lo ha visto come l’unica formazione in grado di contrastare i bianconeri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.