Home Cinema Addio a Luke Perry, il Dylan di “Beverly Hills 90210”

Addio a Luke Perry, il Dylan di “Beverly Hills 90210”

1055
0
SHARE

LOS ANGELES – Prima che dal 2000 in poi le ragazzine impazzissero per i tronisti di “Uomini & Donne”, per i concorrenti dei vari reality show o per i piccoli “influencer” di YouTube, le adolescenti tappezzavano le pareti delle proprie camerette con i poster di artisti provetti, attori e cantanti. Fra i tanti personaggi famosi, celeberrimo è stato Luke Perry. Quasi fosse una nuova versione anni ’90 di James Dean, non si contano i cuori delle millennials che a lungo ha fatto battere dal piccolo schermo. Il suo è stato infatti il volto iconico del personaggio di Dylan, il bel tenebroso del telefilm americano “Beverly Hills 90210”. Tutte rammentano le sue tormentate vicissitudini amorose con Brenda e con Kelly.

Per lo stesso motivo oggi non si contano i cuori delle fan che ieri si sono infranti alla notizia che purtroppo Luke Perry non sia più fra noi. Si è infatti spento all’età di 52 anni presso una clinica di Los Angeles in cui era ricoverato da cinque giorni a causa di un ictus fulminante che l’ha devastato. Non ce l’ha fatta e se ne è andato attorniato dai figli, dalla fidanzata, dall’ex moglie, dalla sorella e dagli amici più intimi.

Tragica arriva la notizia non solo per quante da giovincelle hanno avuto una cotta per lui e lo identificano ancora oggi come uno dei maggiori simboli degli anni Novanta. Il lutto è gravoso soprattutto per il mondo dello spettacolo in quanto Luke Perry non aveva solo un bel faccino, ma era un attore talentuoso che recitava da quando aveva sedici anni. Di recente aveva avuto dei ruoli in serie-tv come “Riveldale”. Per il remake di “Beverly Hills 90210” che è in cantiere aveva rivelato di essere d’accordo a partecipare a qualche episodio e aveva da poco terminato di prender parte alle riprese del prossimo film di Quentin Tarantino incentrato sulla figura di Charles Manson, “C’era una volta a Hollywood”, e in uscita il prossimo 9 agosto. Per il resto che dire? Era giovane e avrebbe potuto continuare a deliziare il pubblico con le sue interpretazioni, ma purtroppo – si sa – la vita è imprevedibile e noi oggi sia qui a salutarlo con un malinconico: “Ciao, Dylan. Ciao, Luke”…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.