Home Cronaca CAMORRA: A NAPOLI SI SPARA SUGLI INNOCENTI

CAMORRA: A NAPOLI SI SPARA SUGLI INNOCENTI

613
0
SHARE
Ph Fabio Sasso/FPA

di Veronica Speranza

Napoli – Subito balzata agli onori della cronaca la vicenda della piccola Noemi ha colpito l’opinione pubblica, la bimba di 4 anni è stata ferita da un proiettile vagante nella sparatoria che ha avuto luogo venerdì scorso in Piazza Nazionale. La bambina è stata ricoverata in gravi condizioni al Santobono, dove è stata immediatamente soccorsa dall’équipe del reparto di chirurgia pediatrica. Le testimonianze degli operatori sanitari sono agghiaccianti, “era sulla lettiga del 118, impaurita, ma cosciente, parlava ancora, voleva dormire, ce lo chiedeva lei”, hanno dichiarato.
In un’intervista a Repubblica, Giovanni Gaglione, direttore del reparto, ha raccontato che il quadro risultava essere drammatico.“ Il proiettile aveva attraversato il torace da parte a parte. E ci siamo chiesti: ma come è possibile che la bambina sia ancora viva?”.
Il ferimento non ha lasciato a Noemi neanche il tempo di rendersi conto di quanto accaduto, lei precipita sul marciapiede all’esterno del bar Elite trafitta letteralmente dal proiettile che per un caso fortuito non ha intaccato l’aorta che l’avrebbe portata alla morte istantanea.
Permane, dopo l’operazione dei giorni precedenti, ancora in uno stato di coma indotto farmacologicamente ed è attaccata al ventilatore in quanto attualmente le sue funzioni respiratorie sono insufficienti.
La prognosi risulta essere strettamente riservata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.