Home Cronaca La lunga battaglia di una guerriera: “Ciao Nadia…”

La lunga battaglia di una guerriera: “Ciao Nadia…”

436
0
SHARE

 

di Stefania Schiavi

Il 10 giugno Nadia Toffa  aveva festeggiato i suoi  40 anni  con il sorriso sulle labbra, come sempre, nonostante il suo calvario  iniziato nel 2017 quando, a seguito di un malore, era stata portata urgentemente al San Raffaele di Milano.

Dopo due mesi le dichiarazioni al  suo pubblico delle Iene  : “Ho avuto un cancro. Mi sono operata e mi hanno tolto il 100% del tumore. Ma ho fatto radio e chemio preventive, le ho finite pochi giorni fa. La fortuna è stata proprio che dopo lo svenimento ho fatto un accertamento, un check-up completo. Ora sto benissimo. Non mi vergogno di nulla. Non mi vergogno dei chili persi, li riprenderò. Non mi vergogno nemmeno del fatto che ora porto la parrucca, è più bella dei miei capelli”.

Dopo l’intervento sembrava che le cose andassero meglio invece il tumore si è  ripresentato nel marzo del 2018 e lei ,  armata del suo sorriso e di tanta tenacia, ha affrontato i cicli di chemioterapia condividendo il suo percorso sui social rivolgendo  un appello a chi soffre: “Non siamo malati, siamo guerrieri”  rimettendo al loro posto gli hater che non sopportavano il suo coraggio.

Nadia ha condiviso ogni tappa della sua battaglia contro il cancro con i tantissimi fan che ogni giorno la sostenevano sui social, ha ascoltato le confidenze di uomini e donne che stavano percorrendo lo stesso tortuoso sentiero e si è prodigata per incoraggiarli e non farli sentire soli ma il male la stava consumando e negli  i post sono diventati più sporadici. L’ultimo risale all’1 luglio in cui , stringe a sé l’amatissima amica a quattro zampe Totò e manda un bacio a tutti coloro che continuano a tenerla nei loro pensieri.

Ciao Nadia…”principessa guerriera… che la terra ti sia lieve”…

Nadia Toffa nel 2009 scelta come inviata de ‘Le Iene’; con i suoi servizi ha fatto luce su tutto ciò che stava accadendo  alle popolazioni della Terra dei Fuochi.
Nel 2015,  ha condotto ‘OpenSpace’ e, l’anno successivo, si è seduta dietro il bancone del programma che l’ha resa nota. Non si è mai tirata indietro quando si è trattato di sperimentare. Così, negli ultimi anni si è cimentata anche come pittrice e cantante, con il brano ‘Diamante Briciola‘. Ha scritto anche due libri. Nel 2014 ha pubblicato con Rizzoli ‘Quando il gioco si fa duro. Dalle slot machine alle lotterie di Stato: come difendersi in un Paese travolto dall’azzardomania’. Lo scorso anno, invece, ha raccontato la sua lotta contro il cancro nel libro ‘Fiorire d’invero. La mia storia’ edito da Mondadori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.