Home Municipalità Municipalità 7 Bomba ecologica nell’ex Villa Russo, il 2 ottobre il Comune aveva ordinato...

Bomba ecologica nell’ex Villa Russo, il 2 ottobre il Comune aveva ordinato bonifica e messa in sicurezza alla società

634
0
SHARE
Ph. di Fabio Sasso FPA

In queste ore sta salendo alla ribalta della cronaca lo stato di forte degrado che avvolge l’ex Villa Russo, la clinica di via Miano chiusa da diversi anni, diventata una vera e propria discarica dove si possono trovare rifiuti speciali, scarti di natura sanitaria, carcasse di veicoli e pneumatici.

Di fronte alle preoccupanti condizioni igienico – sanitarie in cui versa la struttura, il Comune – attraverso il Servizio Igiene – si era mobilitato attraverso un’ordinanza sindacale, firmata il 2 ottobre scorso, che imponeva alla società la bonifica e la messa in sicurezza dei luoghi.

Tutto comincia il 6 marzo dello scorso anno, quando il reparto Tutela Ambientale della Polizia Locale effettua un sopralluogo all’interno dell’ex casa di cura. Gli agenti rilevano la presenza di rifiuti infettivi e pannelli di amianto.  Materiale particolarmente pericoloso per la salute pubblico che va rimosso e smaltito in tempi rapidi.

Il 4 maggio 2018 i vigili della speciale sezione ambientale si recano di nuovo a Villa Russo, dove ritrovano scarti di lavorazione edile, lastre di vetro, sfalci di potatura, bustoni neri contenenti rifiuti solidi urbani, ingombranti in legno e ferro, materassi, saine, guaine bituminose. In altre parole, la discarica era cresciuta a dismisura al punto che si prefigurava una vera e propria attività illecita di smaltimento di rifiuti.

Nasce da qui il provvedimento del 2 ottobre scorso attraverso il quale l’Amministrazione Comunale ordina alla società Villa Russo di provvedere alla messa in sicurezza dello stabile di via Miano 94; di provvedere, previo dissequestro da parte della Procura della Repubblica, alla rimozione e allo smaltimento dei rifiuti, tramite ditte autorizzate da conferire presso discariche autorizzate; di ripristinare lo stato dei luoghi; di provvedere all’analisi e alla caratterizzazione ambientale dei rifiuti; di mettere in atto le misure di prevenzione, considerata la presenza, opportunamente accertata, di amianto, per consentire i dovuti controlli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.