Home Cultura CHEF IN PIZZERIA DAI DAI FRATELLI SALVO

CHEF IN PIZZERIA DAI DAI FRATELLI SALVO

353
SHARE

di Alessandro Derviso

Napoli – giovedì 12 dicembre, nella “pizzeria” dei f.lli Salvo sulla Riviera di Chiaia, secondo appuntamento per la kermesse culinaria, un gustoso spettacolo che ha proposto la chef stellata Cristina Bowerman, un sperimento che permesso il “matrimonio” tra la pizza e l’alta cucina, questa in sostanza è l’idea che Salvatore Salvo, durante l’apertura, ha spiegato ai commensali.

L’atmosfera è quella dei grandi eventi, tutti in attesa di gustare le portate e nell’attesa si brinda, rigorosamente con ferrari perlè zero.
Lo spettacolo inizia, la prima portata è un antipasto, una meravigliosa montanara con un sugo di incantevoli datterini di Nola, la frittura ovviamente asciutta e leggera come sempre dai f.lli Salvio.

La prima pizza si chiama “da benny” cipolla rossa in agrodolce e giuncata con aggiunta di sarde affumicate, una delizia per il palato.
La seconda si chiama “nordica” crema di topinambur, topinambur arrostito e tartufo nero, bagnacauda all’aglio nero e grattata di cioccolato, posta al momento in sala, dalla stessa chef, sommersa dai cellulari dei clienti, intenti a immortalare il momento. Un sapore incredibilmente delicato e travolgente, frutto dell’unione tra il dolce e il salato. Poi si passa alla pizza “thai” melenzane al curry verde, bok choi salato (un cavolo cinese) e mandorle, in questa pizza si uniscono letteralmente due mondi, con le melenzane, l’ingrediente che ha equilibrato tutti i sapori, lasciando le loro caratteristiche intatte.

Poi è il momento della “romana” coda alla vaccinara, patate e pecorino, qui si va sul sicuro, sapori che noi conosciamo bene e apprezziamo sempre.
L’ultima pizza prima del dolce si chiama “piccante” nduja, salvia fritta e ricotta di bufala. Anche questa abbastanza “ruffiana” come pizza, ma comunque eccezionale e incredibilmente saporita.

Finalmente è il momento del dolce, attesissima la “pizza fritta dolce” ricotta di bufala lavorata al miele, scorzette di arancio e limone e semicanditi e cioccolato fondente. Mai in vita mia ho assaggiato una ricotta tanto delicata e i semicanditi sembravano caramelle. Il cioccolato grattato al momento sulle pizze bollenti, si adagia e si scioglie regalando alla portata, oltre che una magnifica decorazione, un sapore assolutamente unico.

Al termine della cena si aveva la sensazione di aver fatto un vero e proprio “viaggio” tra sapori incredibili, direi un tentativo (assolutamente riuscito) di proporre portate originali dal gusto nuovo. Un’esperienza assolutamente fantastica.

Cristina Bowerman, chef italiana (1 stella Michelin) è nata a Cerignola, piccolo paese pugliese. Laureata in Giurisprudenza si trasferisce a San Francisco dove consegue la laurea in Culinary Arts. Stella Michelin dal 2010, è case study dell’Università Bocconi nel 2010. Nel 2005 si trasferisce a Roma e arriva al Glass Hostaria un ristorante allora aperto appena da un anno a Trastevere.

Glass è uno spazio contemporaneo e innovativo sia nella filosofia che nella proposta gastronomica, controcorrente rispetto alla scena trasteverina: la cucina di Cristina è un crossing culturale che racconta il gusto attraverso il dialogo costante fra tradizioni, culture, memoria e luoghi.

Il suo impegno come Ambasciatore del gusto nasce nel 2015 quando è nominata Chef Ambassador di Expo Milano 2015. E’ stata protagonista della più grande campagna di ACTION AID nel 2015, ed è tra i dieci fondatori nell’organizzazione Fiorano For Kids, per la ricerca sul ruolo terapeutico di diete specifiche nella cura dell’epilessia infantile; recentemente ha ricevuto il premio FIC all’eccellenza.

Dopo la Bowerman, già sold out, sarà la volta, il 15 gennaio 2020, di Alessandro Negrini, chef due volte Stella Michelin e anima, assieme a Fabio Pisani, del Ristorante Gourmet “Il Luogo di Aimo e Nadia”. Per partecipare è necessaria la prenotazione: tel. 3384092182 o mail eventi@salvopizzaioli.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.