Home News Istanbul – Dell’arte di superare i confini

Istanbul – Dell’arte di superare i confini

392
SHARE

In bilico tra Asia ed Europa.

L’hijab delle donne.

Gli uomini fatti con gli occhi di buio.

Il grigio e l’azzurro del Bosforo.

I simit con la Nutella a colazione – ma anche a merenda e nel dubbio anche prima di cena.

Il kunefe.

Il chai sugli sgabelli bassi al Gran Bazar – proprio accanto al negozio di tappeti.

Il salep ad ogni angolo della strada e del cuore.

Le ceramiche.

I tessuti trovati in quel negozio per caso.

Le luci basse nelle moschee – che se solo lo vogliamo niente sarà mai troppo grande per noi.

Le serate sul divano a ricercare bellezza e poesia e l’elastico sul fondo della borsa, anche.

La scelta del menù con Viola, ogni sera.

Il Nescafè con Lorenzo, ogni mattina.

Un altro pezzo di mondo con Fra.

La voglia di melagrana alle due di notte.

E Sofyali9 a ricordarti che dappertutto puó essere casa.

Quello che mi resta di Istanbul.

Quello che do a voi.

Prima di imbarcare l’ultima valigia. Prima di andare.

A superare i confini. A superare le barriere. A superare noi stessi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.