Home Cronaca Ordinanza discoteche: Sospese le attività da ballo, ma discoteche e sale da...

Ordinanza discoteche: Sospese le attività da ballo, ma discoteche e sale da ballo restano aperte

1287
SHARE

Le discoteche e locali simili possono rimanere aperti limitandosi a svolgere altre attività. Obbligo di mascherina dalle 18 alle 6 in luoghi a rischio assembramenti, anche sul lungomare.

L’ordinanza del Ministro delle Salute, Roberto Speranza, ha disposto che, a partire da lunedì 17 agosto, discoteche e sale da ballo possono rimanere aperte, ma sono sospese le attività da ballo.

Mentre nella versione iniziale dell’ordinanza, si sospendevano tout court “le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati”, dopo la riunione con i presidenti di regione sono stati  apportati  dei correttivi al provvedimento e si e’ disposto che lo stop riguarda solo le “attività da ballo”.

Le discoteche e locali simili, dunque, possono rimanere aperti limitandosi a svolgere altre attività, come la ristorazione ad esempio. E tra le attività interessate dal divieto di ballo vengono anche citate quelle che si svolgono “in lidi, stabilimenti balneari, spiagge attrezzate, spiagge libere, spazi comuni delle strutture ricettive o in altri luoghi aperti al pubblico “.

Obbligo di mascherina dalle 18 alle 6, non solo al chiuso ma anche all’aperto in luoghi a rischio di assembramento, tra questi ultimi viene citato anche il lungomare. Rispetto ai due punti dell’ordinanza le Regioni potranno introdurre solo misure restrittive.

Questa la decisione del Governo che si e’ resa necessaria a seguito dell’impennata dei contagi Covid, registrata nel nostro Paese nell’ultima settimana. “I numeri del contagio in Italia, anche se tra i più bassi in Europa, sono in crescita. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti nei mesi passati. La nostra priorità deve essere riaprire le scuole a settembre in piena sicurezza.” così il Ministro della Salute, Roberto Speranza, nel commentare la decisione presa.

Lo stop delle attività da ballo è valido fino al 7 settembre. Nei giorni scorsi la decisione era stata annunciata da diversi ministri e proprio per l’aumento dei contagi registrati in tutta Italia. Il provvedimento e’ stato varato dopo una vertice urgente svolto nel tardo pomeriggio di ieri 16 agosto, tra Esecutivo e i Governatori regionali. Erano presenti all’incontro, oltre al Ministro Speranza, anche Francesco Boccia, Ministro degli Affari Sociali e Stefano Patuanelli, Ministro delle Sviluppo Economico. Il provvedimento varato è in attesa di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia.

Si legge nell’ordinanza “sono sospese le attività da ballo che abbiano luogo in sale, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso” e inoltre, si sottolinea che non sono ammesse deroghe con ordinanze regionali come invece era avvenuto in passato.

Lo stesso Boccia commenta che le discoteche, secondo le linee guida del governo, non andavano riaperte, ma si è voluto lasciare la decisione alla discrezionalità delle amministrazioni regionali. La sospensione delle attività da ballo si è resa oportuna in seguito all’aumento dei contagi registrati in tutta Italia dopo Ferragosto e alle denuncie di assembramenti senza l’opportuno distanziamento di sicurezza e il mancato utilizzo della mascherina nei locali da ballo.

Protestano i gestori delle discoteche che non si ritengono responsabili dell’aumento contagi che si sarebbero verificati molto prima, avendo riaperto ormai da due mesi. Il settore dei locali da ballo e discoteche aveva subito gravi danni dopo lockdown e solo con la stagione estiva iniziava a intravedere una leggera ripresa.

Ora con lo stop delle attivita’ da ballo, per tutto il settore sarà crisi anche se, l’ordinanza nella versione light, lasciando aperti i locali per attività diverse dal ballo, dà un po’ di respiro al settore. Boccia, ministro degli Affari sociali, annuncia che dopo questa decisione, “si aprirà un’altra questione, quella dei sussidi pubblici al settore e cercheremo di capire cosa si può fare”.

G.S.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.