Home Cronaca Aggredito il consigliere dei Verdi Francesco Emilio Borrelli all’esterno dell’ospedale San Giovanni...

Aggredito il consigliere dei Verdi Francesco Emilio Borrelli all’esterno dell’ospedale San Giovanni Bosco

1023
SHARE

Borrelli stava documentando l’allontanamento dei parcheggiatori abusivi nell’area dell’ospedale. Per lui setto nasale rotto e trauma cranico con prognosi di 20 giorni. (Video)

Napoli, 29 agosto il Consigliere Regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, è stato aggredito all’esterno dell’Ospedale San Giovanni Bosco, dove si era recato per documentare con una diretta Facebook, insieme a degli attivisti dei Verdi, il successo ottenuto nella lotta ai parcheggiatori abusivi che avevano monopolizzato l’area. Il parcheggio ora e’ gratuito in tutta la zona.

Dopo pochi minuti, il consigliere è stato circondato da due donne e due uomini che l’hanno aggredito con calci e pugni. Sono state le guardie giurate dell’ospedale ad allontanare gli aggressori che si sono scagliati anche contro l’autore del video che stava riprendendo con il telefonino l’accaduto.

Borrelli si è poi recato al Pronto Soccorso dove gli e’ stata diagnosticata una frattura al setto nasale e un trauma cranico con prognosi di 20 giorni.

Tre le persone identificate  e fermate dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale come probabili autori dell’aggresione. La loro posizione è al vaglio degli investigatori.

Borrelli, da anni in prima linea nella lotta ai parcheggiatori abusi, era stato più volte oggetto di minacce e insulti proprio per questa battaglia portata avanti con grande determinazione.

Molte le testimonianze di solidarietà arrivate al consigliere. Luigi De Magistris, sindaco di Napoli,  esprime in una nota “a nome dell’amministrazione comunale piena solidarietà e vicinanza al consigliere regionale Francesco Borrelli per l’inaudita, violenta aggressione di cui è stato vittima”.

Rinaldo Sidoli, portavoce di Alleanza Popolare Ecologista:“Un atto indegno che sporca l’immagine di una città che non si riconosce in un simile vergognoso episodio. Esprimiamo solidarietà e vicinanza a Borrelli. È arrivato il momento – continua- che si apra una vera battaglia per il rispetto della legalità. Questi atti indegni danneggiano l’immagine del capoluogo partenopeo. La lotta all’abusivismo deve diventare una battaglia comune. Non devono esistere zone franche per ogni tipo di criminalità”. “Siamo certi che questo gesto infame non scalfirà minimamente il quotidiano impegno di Borrelli a promuovere politiche per la legalità e per il decoro del territorio. Purtroppo oggi si è superato il segno. Auspichiamo che venga fatta luce sull’accaduto e che siano individuati i responsabili dell’azione violenta”, ha concluso Sidoli.

Angelo Bonelli, coordinatore nazionale dei Verdi: “L’azione dei Verdi e in particolare di Borrelli in questi anni è stata quella fare una battaglia per la legalità a Napoli. Ho chiesto al Ministro degli Interni Lamorgese di garantire l’incolumità dello stesso consigliere regionale Borrelli. Il ministro mi ha assicurato telefonicamente che prenderà provvedimenti e che ha già attivato il Prefetto di Napoli”.

G.S.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.