Home Cronaca Coronavirus: Campania ancora maglia nera con 431 positivi. Nuova stretta di De...

Coronavirus: Campania ancora maglia nera con 431 positivi. Nuova stretta di De Luca per bar e ristoranti.

1217
SHARE

Chiusura anticipata per bar e pasticcerie dalle ore 23 alle ore 06 del giorno successivo, nei giorni da domenica a giovedì; dalle ore 24 alle ore 06, sabato e domenica. Per i ristoranti ultimo ingresso alle 23.

Napoli – Altra impennata di contagi in Campania nelle ultime 24 ore con 431 positivi su 4.867 tamponi, un dato record di gran lunga il più alto tra le regioni italiane. Sono 7.709 le persone attualmente positive in Campania, +309 rispetto al dato di ieri. Si registrano anche 121 guariti e un decesso. A comunicare i dati, l’Unità di crisi della Regione.

Secondo quanto riportato nell’aggiornamento diffuso dal Ministero della Salute, sono 506 le persone ricoverate in ospedale in Campania (+15), di cui 463 ricoverate in reparto Covid ordinario (+13) e 43 pazienti ricoverati in terapia intensiva (+2).

Il Dipartimento della Protezione Civile ha diffuso alle ore 17 l’aggiornamento relativo ai casi positivi al coronavirus nelle province della Campania. A Napoli 9.456 (+268), a Caserta 2.146 (+85), a Salerno 1.672 (+41), ad Avellino 926 (+31), a Benevento 450. Il dato e’ il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile e comprende anche casi già noti, ma solo ora confermati.

Visto il trend dei contagi che non accenna a diminuire, il Governatore, sentita l’Unità di crisi della regione Campania, ha deciso di intervenire nuovamente sul veicolo di maggior contagio, gli assembramenti nei luoghi di ritrovo, frimando una nuova ordinanza, la n. 77.

Dopo la ‘stretta’ sulla movida dell’ordinanza del 29 settembre che vieta la vendita da asporto e il consumo di alcolici in strada dopo le 22, e l’ultima del 3 ottobre sul wedding e le feste, tocca ora a bar e ristoranti. Con decorrenza immediata e fino al 20 ottobre 2020, salva ogni ulteriore determinazione in conseguenza dei provvedimenti statali:”E’ fatto obbligo ai bar, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari di chiusura dell’attività’ dalle ore 23,00 alle ore 06,00 del giorno successivo, nei giorni da domenica a giovedì; dalle ore 24,00 alle ore 6,00 del giorno successivo, nei giorni di venerdì e sabato. Fanno eccezione gli esercizi presenti all’interno di strutture di vendita all’ingrosso che osservano orari notturni di esercizio”. – Per i Ristoranti, pizzerie, pub, vinerie, kebab e similari :”E’ fatto obbligo di prevedere l’ultimo ingresso dei clienti nonché degli avventori per asporto alle ore 23,00, per l’intera settimana. Le consegne a domicilio sono consentite senza limiti di orario”.

La nuova misura ribadisce “la proroga dell’obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto, durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, fatte salve le previsioni degli specifici protocolli di settore vigenti (ad esempio per le attività di ristorazione, bar, sport all’aperto). Le strutture che non si adeguano alle prescrizioni rischiano, oltre alla sanzione pecuniaria, quella accessoria amministrativa della chiusura dell’esercizio o dell’attività’ da 5 a 30 giorni.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.