Home Food e Wine Barolo, nel cuore delle Langhe piemontesi, sarà “Città Italiana del Vino 2021”

Barolo, nel cuore delle Langhe piemontesi, sarà “Città Italiana del Vino 2021”

316
SHARE

In un momento così difficile per tutto il settore enologico, è arrivata in questi giorni l’esito del concorso che ha designato il comune di Barolo, centro delle Langhe piemontesi, come “Città italiana del vino 2021”.

Il comune langarolo si è aggiudicato il titolo, vincendo il concorso incentivato dal Ministero per le Politiche agricole e promosso dall’Associazione “Città del vino” sfidando una concorrenza decisamente agguerrita con i territori di: Bianco (Reggio Calabria), Duino Aurisina (Trieste), Montepulciano (Siena), Montespertoli (Firenze), Taurasi (Avellini) e Tollo (Chieti).

Questo concorso tra i Comuni a vocazione vitivinicola ed enoturistica intende mettere in risalto l’influenza della cultura del vino nella società, nel paesaggio, nella cultura e nell’economia locale – sottolinea il Presidente di Città del Vino, Floriano Zambon -. E’ un’occasione per promuovere modelli virtuosi di gestione del territorio e valori culturali e di sostenibilità che da sempre contraddistinguono la nostra Associazione. Insignire Barolo del titolo di Città Italiana del Vino 2021 è un riconoscimento del lavoro e dell’impegno di un Comune che ha saputo valorizzare il legame del territorio con il vino e l’enoturismo, al centro di un’area, le Langhe, che è anche Patrimonio Unesco”.

Il sindaco di Barolo, Renata Bianco, si è dichiarata molto contenta per questo risultato a fronte delle difficoltà attraversate in questo ultimo anno.

«Siamo felici e soddisfatti che sia stato premiato il nostro dossier e lo sforzo di coinvolgimento delle nostre colline e delle istituzioni locali e regionali che ci supporteranno nel programma di appuntamenti ed eventi previsti per il 2021 – spiega il sindaco – Il 2020 è stato un anno difficile e crediamo che questa iniziativa possa rappresentare oltre che un’opportunità concreta, anche un messaggio di speranza e ripartenza».

Lo sforzo e l’impegno impiegato nella realizzazione del programma per la città del vino 2021 sarà utile per valorizzare il territorio e rilanciare l’economia locale.

Il programma sviluppato dal Comune insieme alla fondazione “Barolo&Castle Foundation” e al polo museale WiMu-Castello di Barolo prevede 24 grandi iniziative per il 2021,tra mostre, seminari e installazioni artistiche. Avranno tutte l’obiettivo di promuovere i valori e il territorio del comune langarolo e andranno a coinvolgere numerosi enti e istituzioni locali.

Una grande sfida culturale e ambientale per la prima “capitale della cultura enologica italiana”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.