Home Benevento Ancora un ko per la squadra sannita al Vigorito

Ancora un ko per la squadra sannita al Vigorito

277
SHARE
Ph Ciro Lauria/FPA

BENEVENTO – Una grande prestazione di Ilicic batte a pieni meriti il Benevento  di Inzaghi, illuso solo dal pari di Sau all’inizio del secondo tempo.

Lo sloveno gioca molti di palloni, regali assist e segna, ispira ogni azione ed è immarcabile.

Un vero spettacolo vederlo giocare, arricchito anche dai gol di Toloi, Zapata e Muriel.

Il 4-1 fa felice Gasperini che al momento è quarto in classifica (31 punti) davanti alla Juve (30)Campo zuppo d’acqua per l’abbondante pioggia caduta su Benevento e terreno pesante che accentua duelli e contatti.

molti i cartellini gialli per De Roon, Palomino e Foulon, non manca la lotta.

È un assedio quello dell’Atalanta, la squadra di Inzaghi invece risponde solo in ripartenza ma senza pungere.

Gosens manda i primi segnali, poi inizia la bella partita di Ilicic.

Il 72 nerazzurro ispira e crea, poi segna: al 30′ dribbla in area e beffa Montipò sul primo palo per l’1-0.

Tutte le azioni della Dea passano per Ilicic che colpisce anche un palo da fuori area.

Zapata nel finale di primo tempo trova la respinta di Montipò, che evita il raddoppio.nzaghi cambia assetto ad inizio ripresa, inserisce Pastina, all’esordio in Serie A, per Foulon e si mette a tre dietro.

L’Atalanta però è sempre la stessa e Toloisi divora il 2-0. Al 50′ la beffa per Gasperini: il primo cross giocato da Pastina è calibrato alla perfezione per l’inserimento di Sau che in spaccata buca Gollini e pareggia.

Cambia il risultato, non il trend dei cartellini: ammoniti anche Lapadula e Dabo che lasciano il posto a Di Serio e Hetemaj.

Dentro anche Insigne per Sau a chiudere il triplo cambio, mentre Gasperini inserisce Malinovskyi per Pessina.A fare la differenza però è ancora una volta Ilicic che quando si accende è imprendibile.

Il suo tiro al 69′ viene respinto da Monitpò, sulla ribattuta Toloi la mette dentro. Passano due minuti e Zapata cala il tris su assist, ovviamente, di Ilicic. Muriel, entrato per Zapata, ci mette poco a lasciare il segno e all’86’ regala una perla: si sposta verso l’interno da sinistra e scarica in porta un bellissimo tiro a giro che vale il 4-1 finale.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.