Home Cronaca Napoli: Protesta studenti davanti Regione: “Vogliamo un ritorno in sicurezza”

Napoli: Protesta studenti davanti Regione: “Vogliamo un ritorno in sicurezza”

305
SHARE

Chiedono un piano per il rientro in aula in piena sicurezza: screening e tracciamenti costanti per tutta la comunità scolastica, massimo 15 alunni per classe, immediate assunzioni di personale e potenziamento dei trasporti dedicati al flusso scolastico

Sono scesi in piazza gli studenti napoletani di scuole medie e superiori, che si sono ritrovati sotto il palazzo della Regione Campania, a Santa Lucia. “Riapriamo con Cura: la Scuola SiCura” questo lo slogan che ha accompagnato i giovani studenti a chiedere un rientro in classe in sicurezza. “Abbiamo paura che la scuola non sia sicura tutti, pero’, vogliamo tornare in classe. Se fosse dipeso da noi saremmo tornati in presenza a settembre”. Cosi’ Martina, studentessa del Liceo artistico statale di Napoli che oggi ha manifestato per chiedere un ritorno in classe in sicurezza. Gli studenti si ritroveranno in un secondo presidio intorno alle 15 a piazza Plebiscito sotto la prefettura.

La protesta rientra nell’ambito della mobilitazione promossa da “Priorità alla scuola” in venti città, con i sindacati per destinare i fondi del Recovery plan e della legge di Bilancio alla riapertura in presenza, continuità e sicurezza delle scuole, per l’assunzione dei precari e contro le ‘classi pollaio’, per l’adeguamento delle strutture scolastiche, dei trasporti e dei servizi sanitari pubblici.

Le richieste degli studenti sono diverse: un piano di screening e tracciamenti costanti per tutta la comunità scolastica; massimo 15 alunni per classe con relative immediate assunzioni di personale; moratoria prove Invalsi, sistema dei crediti e valutazioni intermedie, e un esame di stato che tenga conto del contesto di emergenza; potenziamento dei trasporti dedicati al flusso scolastico; spazi più ampi e adeguati, recupero delle strutture esistenti e reperimento di spazi esterni; inserimento prioritario nel piano vaccinale del personale scolastico ad alto rischio; presidi sanitari nelle scuole, che svolgano un ruolo nella promozione della salute collettiva, della prevenzione e del benessere psico-fisico per tutti.

E nel frattempo, nel primo giorno di rientro in classe degli studenti delle scuole medie, sono state segnalate lunghe file e assembramenti davanti ai principali istituti della Campania. Una situazione che ha fatto irritare la Regione Campania e l’Unità di Crisi Covid che hanno inviato una nota ai sindaci: “Si invitano i sindaci a predisporre mirati servizi di controllo da parte delle Polizie Municipali, in particolare nelle fasi di ingresso e di uscita di alunni e studenti dagli istituti scolastici. Occorre mantenere alta la guardia contro i contagi e che la situazione generale deve assolutamente invitare tutti al rispetto dei protocolli di sicurezza, e in generale a osservare comportamenti prudenti e responsabili”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.