Home Cronaca Covid: in Campania prosegue la campagna vaccinale anche nei giorni di Pasqua...

Covid: in Campania prosegue la campagna vaccinale anche nei giorni di Pasqua e Pasquetta

255
SHARE
Ph Fabio Sasso/FPA

Migliaia i convocati per le somministrazioni, ma si registrano molte assenze, nell’ordine di almeno il 30%

L’ordinanza, firmata ieri sera dal ministro della Salute, Roberto Speranza, ha confermato la zona rossa per la Campania per altri 15 giorni a partire da martedì prossimo. Sono 1.908 i nuovi positivi al Covid in Campania, di cui 635 sintomatici, su 17.228 tamponi molecolari analizzati. Il tasso di incidenza risulta dell’11,07%, in lieve calo rispetto all’11,92 di ieri. Ancora alti i contagi per passare in zona arancione.

Nel frattempo, anche nei giorni di festa, si prova a dare un’accelerata alle operazioni di vaccinazione, con tre dei quattro centri vaccinali operativi, chiuso solo il Museo Madre, anche nei giorni di Pasqua e pasquetta. Migliaia i convocati per le somministrazioni. Alla Mostra d’Oltremare sono attesi 1600 ultraottantenni, 500 over 70 alla Stazione Marittima e 560 care giver a Capodimeonte. E domani si replica piu’ o meno con gli stessi numeri ma alla Mostra d’Oltremare sara’ la volta dei “fragili” , convocati in 1250. Finora, tuttavia, si registrano molte assenze, nell’ordine di almeno il 30%.

Nel frattempo prosegue il censimento di medici e infermieri No Vax. L’Unità di crisi della Regione Campania ha fatto richiesta a tutte le Asl e agli ordini professionali  della verifica dell’adempimento del vaccino anti Covid19 per tutti coloro che praticano professioni sanitarie. La richiesta è stata fatta in base al D.L n. 44 del governo relativo ai provvedimenti nei confronti dei lavoratori del settore medico che non si sono vaccinati.

“L’Unità di crisi approfondirà – si legge in una nota – i motivi della non vaccinazione per appurare quali siano coloro che, senza reali problemi ostativi, abbiano rifiutato il vaccino”. La medesima richiesta è stata rivolta anche alle strutture sanitarie, socio-assistenziali pubbliche o private, alle farmacie, parafarmacie e agli studi professionali medici. I dati dovranno essere restituiti entro martedì.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.