Home News Acerra primo comune in Italia a svolgere consigli a distanza

Acerra primo comune in Italia a svolgere consigli a distanza

337
SHARE
Acerra primo comune in Italia a svolgere consigli a distanza
Acerra primo comune in Italia a svolgere consigli a distanza

La novità assoluta in Italia

Si è svolto presso l’aula del Consiglio comunale di Acerra l’evento Transizione Digitale, idee e pratiche per la Città Sostenibile. Acerra dunque da esempio a soggetto attuatore del PNRR”.

La presentazione

In diretta streaming, ha visto la partecipazione dell’ On. Mario Casillo, in qualità di consigliere regionale delegato in materia di Digitalizzazione e ICT – Assi Recovery Fund, e dell’On. Vittoria Lettieri, consigliere regionale componente della Commissione “Ricerca Scientifica” che hanno sottolineato la necessità di digitalizzare i servizi della PA: “In questa fase storica i settori sui quali saranno concentrate la maggior parte delle risorse sono digitale ed ecologia – dichiara l’On. Mario Casillo – Acerra dimostra ancora una volta di essere un comune all’avanguardia e quello che ho visto oggi mi conferma che in Campania abbiamo la mentalità giusta per innovare ed investire sul futuro”.

Il pensiero del sindaco di Acerra Raffaele Lettieri

Sulla stessa linea di pensiero Raffaele Lettieri, sindaco di Acerra, il quale dichiara: “Per me acquista un significato particolare la circostanza che dalla città di Acerra, si sia organizzato un momento per parlare e mostrare la digitalizzazione del mio comune, dell’Ente e della Città.

Proprio l’emergenza sanitaria del Covid-19 ci ha fatto capire che la transizione verso la smart city ha subito un’accelerazione. Nessuno può trascurare – in particolare noi – che favorire la transizione energetica e digitale significa offrire sempre più servizi al cittadino, come abbiamo visto anche oggi ad Acerra.

La Regione Campania ha attivato una interlocuzione con il governo Draghi per orientare gli investimenti sui progetti già in fase di avanzamento da inserire nel Next Generation UE, ed  ha inviato, per questo, la sua agenda di proposte — il famoso Next generation Campania per la crescita e lo sviluppo — divisa in sei missioni, e nella prima missione, ad esempio, si punta proprio sulla transizione digitale che vale 245 milioni di euro, con servizi digitali per la sanità, per l’ambiente, per i trasporti, l’agricoltura, in cloud per gli enti locali.

Ed ecco perché – conclude Lettieri – arriveranno investimenti e risorse economiche dalla Regione Campania per tutti gli enti locali che vorranno investire nella transizione digitale”.

Acerra primo comune in Italia ad utilizzare il nuovo sistema

Il Comune di Acerra è il primo comune in Italia a svolgere i consigli comunali completamente a distanza utilizzando un sistema di archiviazione documenti, di voto e di streaming da remoto, ed  è da tempo oggetto di attenzione da parte di diverse realtà nazionali, sia pubbliche che private, che guardano al progetto di digitalizzazione dell’Ente come caso-studio e come buona pratica da replicare nella Pubblica Amministrazione.

Sono intervenuti, in collegamento da remoto, il presidente del Terni Digital Week Edoardo Desiderio ed il Dipartimento di Ingegneria gestionale dell’Università di Napoli Federico II con il prof Pierluigi Rippa che già in passato si è occupato di progetti per la PA con l’On Casillo e che oggi, in collaborazione con la presidenza del consiglio comunale di Acerra, ha dato la sua disponibilità a proporre il sistema digitale acerrano come caso studio.

Il presidente del Consiglio Comunale

“Siamo fieri di Acerra – ha dichiarato il Presidente del consiglio Andrea Piatto – Il nostro comune ha dimostrato ancora una volta di potersi permettere di sognare sempre più traguardi da concretizzare per facilitare la vita quotidiana degli operatori e dei cittadini. Siamo solo all’inizio del percorso e, come esposto dal nostro dirigente informatico l’ing, Ascoli, abbiamo in programma un lungo percorso che guarda al futuro e che investe su ecologia e digitale. Dopo il “Pulcinella film festival e il “Pulcinella music festival” perché non immaginare anche il “Pulcinella digitfestival”, sarebbe il primo evento dedicato al digitale del sud Italia”.

 

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.