Home Cronaca Caso Cantone: la procura dispone riesumazione cadavere

Caso Cantone: la procura dispone riesumazione cadavere

257
SHARE

Da accertamenti tecnici su cellulare e tablet di Tiziana sono emersi nuovi elementi tali da ipotizzare che la ragazza non si sia suicidata

La Procura della Repubblica di Napoli Nord ha disposto la riesumazione del cadavere di Tiziana Cantone la 31enne che si sarebbe tolta la vita il 13 settembre del 2016 in una abitazione di Mugnano, in provincia di Napoli, a causa della diffusione in chat di alcuni suoi video privati.

La riesumazione dei resti della 31 enne e’ stata disposta dal sostituto procuratore Giovanni Corona nell’ambito delle indagini aperte lo scorso gennaio dalla Procura con la formulazione dell’ipotesi di omicidio contro ignoti.

Un “atto dovuto” alla luce della denuncia degli avvocati di Maria Teresa Giglio, madre di Tiziana Cantone. I legali hanno presentato degli accertamenti relativi a un presunto utilizzo del telefono cellulare della ragazza dopo la sua morte e ritengono vi siano elementi tali da ipotizzare che la ragazza non si sia suicidata. Dai rilievi fatti dai consulenti tecnici di parte civile, sembrerebbe che cellulare e tablet di Tiziana sarebbero stati manipolati, cancellando la memoria e inserendo successivamente alcune fotografie.

La riesumazione dovrebbe avvenire nei primi giorni di giugno.La riesumazione dovrebbe avvenire nella prima decade di giugno.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.