Home Cronaca Nasce il Museo del Parco nazionale del Vesuvio

Nasce il Museo del Parco nazionale del Vesuvio

145
SHARE

Il centro culturale e’ composto da un  un polo espositivo, un auditorium e un’arena all’aperto

Promosso dalla Regione Campania, il Museo del Parco nazionale del Vesuvio, e’ stato inaugurato stamane alla presenza del governatore Vincenzo De Luca, del presidente dell’ente Parco nazionale del Vesuvio Agostino Casillo, del presidente della Fondazione Cives/Mav Luigi Vicinanza, del direttore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Ingv Francesca Bianco e del Sindaco del Comune di Boscoreale, Antonio Diplomatico.

La nascita del Museo del Parco Nazionale del Vesuvio si inserisce nella strategia complessiva di rilancio della area protetta del Parco, avviata gia’ da alcuni anni con il Grande Progetto Vesuvio. “Sono sicuro – ha detto il Presidente Casillo – che con il giusto impegno e la necessaria determinazione faremo decollare questo importante sito turistico rendendolo, inoltre, un laboratorio di sostenibilita’ e di cultura ambientale, di cui il nostro territorio ha estremamente bisogno”. La struttura segue il filo conduttore degli altri principali attrattori vesuviani: l’Antiquarium di Boscoreale, il cratere del Vesuvio, gli scavi di Pompei ed Ercolano e la sede museale dell’Osservatorio Vesuviano, perche’ accoglie in sintesi i principali aspetti di ognuno di questi siti.

Il direttore dell’dell’ Osservatorio vesuviano dell’Ingv Francesca Bianco ha dichiarato: “L’Osservatorio Vesuviano e’ da sempre impegnato nella diffusione delle conoscenze sui vulcani campani e crediamo fermamente che questa condivisione sia una delle azioni piu’ importanti tra quelle di mitigazione del rischio che competono alla comunita’ scientifica. Abbiamo collaborato con entusiasmo agli allestimenti presenti nel Museo del Parco, di cui il Vesuvio, tra i piu’ iconici vulcani al mondo, e’ il protagonista indiscusso. Attraverso tali allestimenti abbiamo raccontato le caratteristiche di questo vulcano, l’influenza delle sue attivita’ sulle proprieta’ del suolo e sullo sviluppo dei manufatti. E questa condivisione di saperi rende il Museo anche un presidio permanente di riduzione del rischio vulcanico”.

Il museo del Parco nazionale del Vesuvio sarà composto da tre strutture. Il polo espositivo, in primis, che ospita il museo e un centro multimediale, oltre ad un bookshop e alla sede operativa del reparto carabinieri Parco di Boscoreale. Il museo, composto da tre grandi sale collegate  è allestito con pannelli illustrativi, apparecchiature multimediali, teche espositive, diorami, video e giochi interattivi, secondo un filo conduttore che è la descrizione del suolo vesuviano a partire dalla roccia madre, generata dagli eventi vulcanici, degli eventi che ne generano la trasformazione in humus, del suo legame con l’ambiente vegetale, animale, e con l’uomo. Fanno parte di questo allestimento anche quattro aiuole, che rappresentano alcuni tra i principali sistemi ambientali vesuviani.

Il centro multimediale, invece, comprende quattro ambienti entro i quali si snoda un percorso fatto di pannelli ed installazioni multimediali, in parte interattive, che descrivono alcuni aspetti della vita e dell’alimentazione nell’area vesuviana prima del 79 d.C. L’auditorium, poi, ha una superficie complessiva di circa 1.300 mq, con una platea capace di ospitare 324 spettatori. Al suo interno è prevista la proiezione di un filmato della durata di circa 25 minuti dal titolo ‘Pompei Storie nella storia’ in cui, sullo sfondo di una ricostruzione virtuale della Pompei antica, alcuni personaggi raccontano gli ultimi attimi di vita prima dell’eruzione del 79 d.C. L’arena scoperta, infine, posta tra l’auditorium e il polo espositivo, può ospitare fino a 350 spettatori ed è anche attrezzata con un proiettore e uno schermo motorizzato per proiezioni serali.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.