Home Cronaca Al Cardarelli H-open week contro la violenza sulla donna

Al Cardarelli H-open week contro la violenza sulla donna

312
SHARE

Dal 22 al 28 novembre incontri ed eventi per sensibilizzare i cittadini e offrire strumenti concreti alle donne vittime di violenza

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’azienda ospedaliera Cardarelli di Napoli aderisce alla (H)Open Week, dal 22 al 28 novembre, in collaborazione con Fondazione Onda. Sono previste diverse iniziative con l’obiettivo di supportare coloro che sono vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il silenzio, fornendo strumenti concreti e indirizzi a cui rivolgersi per chiedere aiuto.

L’iniziativa rientra nel progetto di sensibilizzazione promosso dalla Fondazione Onda “La violenza ha molti volti: nessuna maschera per combatterla”, la campagna social promossa da testimonial del mondo dello spettacolo, della sport, della cultura contro la violenza di genere.

Il Cardarelli, al pari degli altri ospedali Bollini Rosa e i centri antiviolenza aderenti, offrirà gratuitamente alla popolazione femminile servizi informativi, in presenza e a distanza, consulenze e colloqui.

Il calendario dell’iniziativa prevede dal 22 al 24 novembre incontri dedicati, che si svolgeranno presso il Padiglione X – Centro di Biotecnologie (dalle 9.00 alle 12.00). I colloqui individuali e riservati, avranno l’obiettivo di individuare problemi relativi alla violenza di genere e fornire informazioni sulla modalità di presa in carico globale della vittima di violenza e di eventuali figli minori. Per aderire bisogna prenotarsi al numero 366-6139828 dalle 9.00 alle 17.00.

Il 25 novembre al Padiglione H, Aula Mediterraneo, e’ previsto un evento rivolto a tutti i cittadini dal titolo “Il Cardarelli con la popolazione contro la violenza di genere”, dalle 9.00 alle 13.00. Necessaria la prenotazione al numero 081-7474066 o attraverso mail gesualda.laporta@aocardarelli.it.

“Quello della violenza contro le donne – spiega il direttore generale Giuseppe Longo – è un tema al quale da sempre prestiamo grandissima attenzione. Siamo ben consapevoli di quanto la pandemia, e le restrizioni messe in atto, abbiamo aggravato questa emergenza sociale. La nostra Azienda Ospedaliera è stata tra le prime a strutturare un percorso dedicato alle donne vittime di violenza, introducendo anche un referto psicologico”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.