Home Napoli “Mare Fuori 2”: in arrivo il 17 novembre la seconda stagione della...

“Mare Fuori 2”: in arrivo il 17 novembre la seconda stagione della fiction ambientata a Nisida

445
SHARE

NAPOLI – Dopo un’attesa durata un anno finalmente mercoledì 17 novembre 2021 su Rai2 andrà in onda in prima serata la seconda stagione di “Mare Fuori”, la famosa fiction tra le più seguite e apprezzate del palinsesto dello scorso anno. Ambientata a Napoli, la serie racconta la storia di un gruppo di ragazzi detenuti presso l’Istituto di detenzione minorile di Nisida, ognuno per motivi diversi. La narrazione mostra il loro difficile presente nel carcere, ma è arricchita da flashback del passato per spiegare i percorsi di vita che li hanno condotti lì. La realtà non è mai presentata in bianco e nero e ogni episodio è capace di sollevare intricati dubbi etici negli spettatori. Tutti i personaggi attraversano un profondo sviluppo psicologico.

La fiction è stata prodotta da Picomedia. La regia è stata curata da Ivan Silvestrini e Milena Cocozza. Per questa seconda stagione saranno trasmesse 12 le puntate suddivise in sei prime serate. Nel cast sono confermati molti nomi della prima serie: Carolina Crescentini, Carmine Recano, Valentina Romani, Nicolas Maupas, Massimiliano Caiazzo, Ar Tem, Matteo Paolillo, Serena De Ferrari. Tuttavia non mancheranno dei personaggi inediti interpretati da nuovi attori. Ad esempio Kubra, una ragazza di origini nigeriane colpevole di matricidio, e Sasà, un giovane arrestato per violenza carnale, nonostante sia convinto di non aver compiuto il reato.

Carolina Crescentini, che nella fiction ricopre il ruolo della direttrice Paola Vinci, in un’intervista rilasciata a Sorrisi ha dichiarato: “In questa stagione ogni giovane dovrà fare i conti con il contesto familiare e sociale da cui proviene e si troverà a un bivio: proseguire nella strada imboccata o voltare pagina e intraprendere un nuovo percorso di vita. Il compito di Paola Vinci è aiutare i ragazzi a comprendere la responsabilità delle loro azioni e indirizzarli verso il cambiamento. Le carceri sono luoghi di trasformazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.