Home Cronaca Incendio distrugge tre auto della polizia municipale di Pomigliano d’Arco: aperte le...

Incendio distrugge tre auto della polizia municipale di Pomigliano d’Arco: aperte le indagini

251
SHARE

POMIGLIANO D’ARCO – La cittadina di Pomigliano D’Arco (NA) stamattina non ha avuto purtroppo un risveglio sereno. Tre automobili della polizia municipale locale sono state ritrovate completamente distrutte, andate in fiamme nella notte. I carabinieri e la polizia di Stato stanno eseguendo le indagini per risalire alle origini dell’incendio che ha divorato le vetture parcheggiate davanti alla sede della polizia municipale in Slargo Pannella, di fronte al Municipio. Le fiamme sono riuscite ad annerire anche le mura del palazzo adiacente senza tuttavia provocare alcun danno all’edificio.

Il primo allarme è stato lanciato dal custode dello stabile che era l’unica persona presente nella struttura. A seguire i netturbini in servizio. Fortunatamente sono stati subito chiamati in soccorso i vigili del fuoco e le autorità il cui celere intervento ha evitato il propagarsi dell’incendio anche alle altre vetture parcheggiate. Per il momento, dai primi rilevamenti, sembrerebbe che l’incendio sia stato appiccato tra le 4 e le 4:30 del mattino. Come afferma il comandante Luigi Maiello, una delle tre auto distrutte sarebbe una Mercedes confiscata alla camorra.

Il sindaco di Pomigliano D’Arco, Gianluca Del Mastro ha commentato l’evento con parole ferme: “Se venisse confermata l’origine dolosa dell’accaduto, è bene che si sappia che Pomigliano non si fa intimidire e non indietreggia nella sua azione a favore della legalità. Confidiamo nelle Forze dell’ordine che dovranno appurare e punire i responsabili del vile atto. Continueremo senza sosta a combattere ogni attività illecita a tutela dei nostri cittadini e faremo, come sempre, la nostra parte, affinché nei nostri territori si affermino i principi di legalità e giustizia”.

Il comandante Maiello ha dichiarato: “Non sappiamo al momento a chi può essere riconducibile questo vile atto, ma le indagini sono in corso”. Ha poi aggiunto: “Chi ha agito sapeva che in quel punto dell’autoparco la videosorveglianza è meno efficace. Questo vile gesto, comunque, non ci scoraggia. Anzi. Continueremo a fare il nostro lavoro con ancora più determinazione”. Le vetture a disposizione della polizia municipale di Pomigliano in realtà erano già poche, ma dopo questo infelice episodio non manca la solidarietà del Comune di Napoli, con l’assessore De Jesu, e la Regione Campania che hanno assicurato il loro sostegno. Anche il sindaco della città di Napoli, Gaetano Manfredi, ha espresso la sua solidarietà.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.