Home Cronaca Napoli: il rientro in aula divide i genitori

Napoli: il rientro in aula divide i genitori

158
SHARE

Oggi il rientro in aula dopo la sospensione dell’ordinanza di De Luca da parte del Tar Campania

Dopo la decisione del Tar che ha sospeso l’ordinanza del Governatore De Luca che prevedeva il rientro in aula a fine gennaio per le scuole dell’infanzia, elementari e medie, oggi si ritorna in classe. Una decisione che e’ stata accolta in maniera discordante. Mentre i bambini sono felici di ritrovare maestre e compagni di classe, non tutti i genitori sono d’accordo al rientro.

“Siamo molto contenti che il Tar abbia preso questa decisione – dice Luca, padre di un bambino che frequenta la terza elementare – non e’ giusto che solo in Campania i nostri figli siano penalizzati dalle lezioni in Dad. Il rientro in classe e’ fondamentale per un apprendimento efficace e anche per far riacquistare ai nostri bambini una socialità che non hanno potuto vivere in questi anni di pandemia”.

Molti anche i genitori di parere opposto che hanno espresso preoccupazione sul rientro a scuola dei lori bambini e che avrebbero preferito attendere un calo del picco del contagio e condizioni meteorologiche più favorevoli, viste le basse temperature di questi giorni.

“Spero che questo rientro in aula non aggravi la situazione dei contagi che già mi sembra critica dopo il periodo delle festività”, dice Martina, mamma di una bimba di seconda elementare. “Io, come tante altre mamme, avrei preferito qualche settimana in Dad per un rientro in aula con maggiore sicurezza. Ora siamo al picco dei contagi e un sacrificio poteva essere fatto. A nessuno piacciono le lezioni a distanza, ma in un momento così critico, non sarebbe stata la fine nel mondo”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.