Home Cronaca Dal 3 febbraio a Napoli Est parte la rassegna culturale, “Cinematopedia”

Dal 3 febbraio a Napoli Est parte la rassegna culturale, “Cinematopedia”

331
SHARE

Un calendario di proiezioni e dibattiti per unire le comunità attraverso il cinema

Il 3 febbraio si parte con il primo appuntamento alle 19 al Nest – Napoli Est Teatro – con la proiezione de “il bambino nascosto di Roberto Andò. La rassegna culturale Cinamatopedia propone un calendario di proiezioni e dibattiti con l’obiettivo di “potenziare’ la comunità di Napoli Est attraverso il cinema. Il ciclo di eventi e’ stato organizzato da Callysto Aps che sostiene le giovani generazioni in un’ottica di sviluppo europeo.

“Cinematopedia” ha tra i suoi obiettivi l’incremento della cooperazione tra le piattaforme VOD (video on demand) con gli operatori del cinema e le organizzazioni culturali a vantaggio delle comunita’ locali; il miglioramento dell’esperienza del cinema e il coinvolgimento dei giovani in attività ad esso correlate; la cooperazione con le scuole e le comunità educanti; la valorizzazione del cinema per promuovere l’eredita’ culturale dei luoghi e delle persone.

Il calendario di proiezioni prevede al Nest, altri tre appuntamenti cinematografici: “Caina” di Stefano Amatucci il 12 febbraio alle 19; “Dolcissime” di Francesco Ghiaccio, il 16 febbraio alle 19, e “Fiore” di Claudio Giovannesi, il 23 febbraio alle 19.

Dal 5 marzo ci si sposta al Macadam – Cantiere delle arti e dei mestieri viaggiati di San Giorgio a Cremano dove alle 21 si potra’ assistere a “Insu’Tv- 20 anni di telestreet”. Qui si terranno anche i successivi due appuntamenti: “Io non vedo il mare” di Paola Piscitelli, il 12 marzo alle 21 e “L’ arme’ rouge”, il documentario di Luca Ciriello che verra’ proiettato il 26 marzo alle 21. Gli ultimi due eventi si terranno al Centro Asterix di Napoli, sede appena ristrutturata ed inaugurata dell’associazione Callysto Aps. Si tratta di “Donne di terra” di Elisa Flaminio Inno del 28 aprile alle 20.30 e “Pater familias” di Francesco Patierno che chiuderà la rassegna cinematografica il 7 maggio alle 19.

A partire dalla pandemia da Covid-19, l’esperienza di vedere un film e’ notevolmente cambiata, divenendo molto più “individualizzata”, proprio attraverso l’esplosione delle piattaforme VOD. Tuttavia, il cinema resta ancora un importante mezzo per unire la collettività.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.