Home Cronaca Napoli, due sorelle ustionate al volto con acido. Nappi (Lega): “Napoli come...

Napoli, due sorelle ustionate al volto con acido. Nappi (Lega): “Napoli come Kabul”

218
SHARE

Le due giovani hanno dichiarato di non conoscere gli aggressori. Indagini in corso

E’ accaduto la scorsa notte intorno all’1.30 in Corso Amedeo di Savoia, nel quartiere Stella. Le due sorelle stavano passeggiando, quando sono sopraggiunti tre scooter, guidati da tre ragazzi, con delle ragazze sul posto passeggero. Una di loro ha afferrato una bottiglia di acido, lanciando il liquido contro le due sorelle. Il raid, secondo le prime ricostruzioni, ai danni delle due ragazze di 24 e di 17 anni, sarebbe avvenuto senza motivo.

La minorenne ha riportato ustioni alla guancia destra e al naso. La 24enne è rimasta ferita alla guancia sinistra e al braccio. Le due ragazze aggredite sono state visitate in pronto soccorso al Cardarelli, con una consulenza di un chirurgo plastico. Sono state poi dimesse dal pronto soccorso non essendo necessario un ricovero, ritorneranno a visita di controllo in seguito. Ascoltate dalla Polizia, hanno raccontato di non conoscere nessuna delle persone che le hanno accerchiate e di ignorare il motivo dell’aggressione.

La vicenda sembrerebbe non aver alcun legame con la criminalità. L’ipotesi più plausibile sarebbe piuttosto avvicinarsi a una ritorsione tra giovani. E’ caccia agli aggressori, ma le indagini degli agenti del commissariato San Carlo non possono avvalersi delle immagini dei sistemi di sorveglianza, visto dov’e accaduto il fatto.

“Napoli come Kabul, un’ escalation di violenza e di criminalità impressionante e senza freni”, ha commentato Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore della città metropolitana di Napoli della Lega. “Attendiamo ancora – continua Nappi – che alle passerelle e alle promesse del ministro Lamorgese, seguano interventi efficaci in ordine al potenziamento di presidi di sicurezza, di unità di forze in campo e di mezzi adeguati per far sentire realmente la presenza dello Stato, e far fronte a ogni livello, a una vera e propria emergenza nazionale”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.