Home Cronaca Black out elettrico nel Napoletano, rischio stop erogazione idrica in 12 comuni

Black out elettrico nel Napoletano, rischio stop erogazione idrica in 12 comuni

546
SHARE

Ischia senz’acqua da metà mattinata. Azienda idrica invita cittadinanza ad evitare ogni spreco

Da metà mattinata l’isola d’Ischia non sta ricevendo più acqua dalla terraferma per un’avaria Enel che ha bloccato l’attività degli impianti di sollevamento idrico di Mugnano, causando l’interruzione totale dell’approvvigionamento idrico all’isola d’Ischia.

Al momento non e’possibile prevedere la fine dell’emergenza visto che i serbatoi presenti sul territorio isolano, gestiti dalla Regione Campania e dall’EVI s.p.a., saranno a loro volta chiusi entro poche ore per conservare i livelli idrici stoccati anche nell’ottica di organizzare eventuali turnazioni. Per questo l’Evi, l’azienda idrica isolana, invita precauzionalmente tutta la cittadinanza isolana ad evitare ogni spreco ed uso improprio delle risorse idriche in queste ore.

Non solo Ischia, i problemi all’erogazione idrica riguardano diversi comuni della provincia nord di Napoli. La Direzione generale per il ciclo integrato delle acque della Regione Campania ha comunicato infatti la riduzione o l’interruzione dell’erogazione idrica anche ai Comuni di Calvizzano, Giugliano, Marano, Melito, Mugnano, Quarto, Villaricca, Qualiano, Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida e Procida, “affinché gli enti possano predisporre i provvedimenti di propria competenza al fine di ridurre al minimo i disagi per gli abitanti e le aziende interessate”

Il problema e’ legato a un guasto che si e’ verificato ieri su una linea interrata di media tensione a servizio dei comuni di Giugliano e Mugnano. Al momento e’ stata ripristinata l’energia a tutta la clientela ma non all’impianto idrico dedicato a Ischia, la cui richiesta di potenza di circa 2 MW non poteva essere soddisfatta con la Power Station installata ed attivata nella notte. I tecnici di E-Distribuzione stanno comunque lavorando senza alla riparazione definitiva del guasto e contano di ripristinare l’erogazione di energia elettrica per l’Acquedotto.

Grandi disagi anche a Procida. Dopo alcune ore di interruzione della alimentazione si stanno esaurendo le risorse dei serbatoi e ora, considerando anche l’ondata di caldo anomalo di questi giorni, le difficolta’ crescono.

I cittadini – sottolinea il sindaco di Procida, Dino Ambrosino – “stanno vivendo un momento di grave difficoltà, soprattutto nelle zone alte dell’isola, ad iniziare da Terra Murata. Il gran caldo aggrava la situazione. La Protezione Civile di Procida e’ all’opera, ci auguriamo che si ripari presto il guasto per tornare alla normalita’”. Nella zona di Terra Murata le abitazioni vengono ora rifornite con i mezzi abitualmente utilizzati sull’isola in caso di incendi. Il black out, verificatosi ieri sera probabilmente a causa del caldo anomalo, e’ stato risolto in breve tempo per le utenze residenziali coinvolte ma l’impianto di sollevamento idrico richiede una potenza maggiore  comportando tempi più’ lunghi per la riattivazione.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.