Home Aversa Caivano, condannati i due maggiorenni imputati per stupro su due cuginette

Caivano, condannati i due maggiorenni imputati per stupro su due cuginette

132

NAPOLI — Il Tribunale di Napoli Nord, ad Aversa (Caserta), al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato, ha oggi emesso due condanne per i due maggiorenni imputati nel processo sulle violenze sessuali ai danni delle due cuginette di 10 e 12 anni. L’accusa risale a fatti drammatici avvenuti a Caivano nell’estate 2023. Pasquale Mosca (20 anni) è stato condannato a 13 anni. Giuseppe Varriale (19 anni) a 12 anni. Ad oggi quella pronunciata è la prima sentenza di condanna per la vicenda in questione. La camera di consiglio è durata alcune ore.

Nell’udienza di oggi l’avvocato Giovanni Cantelli ha difeso Pasquale Mosca. L’avvocato Dario Carmine Procentese è stato, invece, il difensore di Giuseppe Varriale. I reati imputati ai due sono gravissimi: violenza di gruppo, minaccia e diffusione illecita di contenuti sessualmente espliciti. Il giudice ha inflitto anche una provvisionale di 50mila euro, immediatamente esecutiva, per le due vittime. La cifra sarà erogata da ciascuno dei due imputati. In aggiunta la corresponsione di 20mila euro per i genitori della bambina più piccola. Per loro è stata disposta l’interdizione perpetua. Le motivazioni saranno rese note entro un mese.

La lettura della sentenza ha rappresentato un barlume di giustizia per i genitori della più piccola delle vittime. L’ha rivelato a LaPresse l’avvocato Clara Niola, difensore della madre della più piccola delle due cuginette. Certe ferite restano incurabili, ma la condanna lascia intendere che la giustizia della Legge stia almeno facendo il suo corso. In quest’ultimo anno i genitori della piccola hanno conservato un atteggiamento riservato. Hanno evitato l’esposizione mediatica soprattutto per consentire alla magistratura di lavorare senza intralci.

Di Valentina Mazzella

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here