Home Cultura Farò più rumore da morto che da vivo

Farò più rumore da morto che da vivo

441

Farò più rumore da morto che da vivo

Il 16 giugno di vent’anni fa Papa Giovanni Paolo II proclamava la canonizzazione di
Padre Pio.
Wojtyla, da sacerdote, andò ad incontrarlo al Convento nel 1948.
Successivamente gli chiese di pregare per la guarigione della sua storica amica Wanda Poltawska, che poi ricevette il miracolo tanto desiderato.
Papa Giovanni Paolo II nel 1978 si recò a San Giovanni Rotondo e si inginocchiò sulla sua tomba.
Per la prima volta un Pontefice rendeva omaggio ad un uomo non ancora Santo!
Il frate cappuccino con le stimmate nasceva il 25 maggio 1887 a Pietrelcina, un piccolissimo paesino in provincia di Benevento.
Perseguitato dal Sant’Uffizio, padre Pio non si oppose mai alle decisioni della Santa Sede, non incontrò mai nessun Papa, né mise mai piede in Vaticano.
E’ sempre stato il frate della gente, lontano da ogni forma di pubblicità o notorietà.
In vita disse : “farò più rumore da morto che da vivo”.
Mai profezia fu più vera: il suo grande amore per il prossimo e per Cristo, la sua misericordia e la carità che traspariva da ogni suo gesto sono da esempio per tutti noi .

Pietro Pipia

Previous articleNapoli: dal 26 giugno ripartono i treni storici in Campania. Presentato oggi il programma 2022
Next articleNapoli: ordinanza panni stesi, la marcia indietro del sindaco Manfredi: “Non esisterà mai”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.