Home Cronaca Ciclismo: presentata la Napoli – Napoli, la sesta tappa del Giro d’Italia...

Ciclismo: presentata la Napoli – Napoli, la sesta tappa del Giro d’Italia 2023

797
Fabio Sasso/ Flash Press Agency
Fabio Sasso/ Flash Press Agency

22 i comuni toccati dalla tappa partenopea, 162 km con un dislivello di 2.800 metri, per offrire agli appassionati e agli spettatori uno spettacolo di autentica bellezza

Una delle tappe paesaggisticamente più belle di questa edizione del Giro con la Costiera Amalfitana assoluta protagonista. Per il secondo anno consecutivo, Napoli torna protagonista come sede di arrivo e stavolta anche di partenza con un percorso che gira intorno al Vesuvio.

Presentata oggi in conferenza stampa, presso la Sala Mariella Cirillo della sede di piazza Matteotti, la Napoli -Napoli, la sesta tappa del Giro d’Italia, che si correrà il prossimo giovedì, 11 maggio.

Partirà da Napoli e sarà una tappa breve ma intensa, 162 km con un dislivello di 2.800 metri, che si aprirà e chiuderà nel capoluogo partenopeo e potrà regalare scenari di autentica bellezza. Non si ammireranno solo le meraviglie di Partenope, il percorso in cui si snoderà la tappa, toccherà 22 comuni tra i più belli del mondo.

Lasciata la città, la Carovana attraverserà l’area interna del Vesuvio fino a Pompei e alla sua area archeologica, poi salirà sul Valico di Chiunzi per planare su Ravello e Amalfi per raggiungere successivamente Positano, Sorrento e risalire la penisola sorrentina, Stabiae, Oplontis e tutta la fascia vesuviana costiera per gli ultimi 50 km, tutti pianeggianti, che porteranno al traguardo sullo splendido Lungomare di Napoli probabilmente un gruppo ristretto di corridori che si sfideranno per la vittoria.

Due traguardi volanti, a Sant’Antonio Abate e a Sorrento, due i gran premi della montagna, uno sul Valico di Chiunzi, al 48mo chilometro e un’altitudine di 683 metri, e uno al km 95, a Sant’Agata sui due Golfi in località Picco Sant’Angelo, a 469 metri, con vista sulla costiera sorrentina e amalfitana. Da lì Capri si tocca con le mani. La Napoli – Napoli 2023 sarà una di quelle che gli organizzatori definiscono ‘tappe mosse’, nervose: non certo, dunque, una tappa per scalatori, ma nemmeno necessariamente destinata ai finisseur, ai velocisti.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione, il sindaco metropolitano Gaetano Manfredi ha annunciato, inoltre, che la Città metropolitana ha già predisposto le risorse per chiedere di far disputare una tappa del Giro a Napoli e nell’area metropolitana anche per il 2024. Il Giro arriverà a Napoli per la 46esima volta. In questa speciale graduatoria, Napoli è terza dopo Milano e Roma.

“Fin dalla presentazione a Milano del percorso del Giro 2023 la tappa di Napoli ha ricevuto riscontri fortemente positivi in termini di previsioni di flussi e appeal turistico-culturale. Toccherà tutti i Comuni dell’area vesuviana e della Penisola sorrentina. Il nostro obiettivo era quello di promuovere culturalmente il territorio, i 22 Comuni saranno visti da 250 milioni di spettatori in tutto il mondo”. Così il vicesindaco metropolitano di Napoli, Giuseppe Cirillo, a margine della conferenza stampa.

Alla presentazione hanno partecipato gli assessori allo Sport e alla Polizia municipale del Comune di Napoli, Emanuela Ferrante e Antonio De Iesu, e il consigliere Metropolitano delegato allo Sport, Sergio Colella. Soddisfatto per il risultato raggiunto Colella che ha ringraziato “gli uffici per l’enorme lavoro svolto in questi mesi in tutti gli ambiti per consentire a Napoli e alla sua Città Metropolitana di presentarsi pronte a questo grande appuntamento”.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here