Home Cronaca Il terremoto di Centro Italia e il peggio che sale a galla...

Il terremoto di Centro Italia e il peggio che sale a galla fra i Militia Christi e i vegani

2256
Amatrice, 24 agosto 2016.

RIETI – È a dir poco angosciante il marcio del genere umano che una disgrazia come il terremoto del 24 agosto è stata capace di far salire a galla. E non parliamo solo del tradizionale sciacallaggio, della convenzionale ipocrisia che permea certi ambiti buonisti o della giornalista di turno che in mezzo alle macerie domanda alle vittime: “Cosa prova adesso?”. Già questi raccapriccianti episodi di per sé basterebbero quasi a far cambiare idea al sociologo francese Emile Durkheim che nel XX secolo asseriva che le condizioni estreme favorissero maggiore coesione fra le persone… Ma a tutto ciò oggi siamo, purtroppo, abbastanza abituati.

Ciò che ci scompone in maniera incredula è leggere invece il genere di tweet che nei giorni scorsi sono impazzati su Twitter fra gli hashtag in tendenza.

Partiamo dalle avvisaglie apocalittiche dei Militia Christi che sembra abbiano affermato che il terremoto in Centro Italia sia stato ‘un flagello inviato da Dio’ al nostro Paese come punizione per aver approvato le unioni civili. E la scienza, povera illusa, che credeva che i sisma fossero prodotti dell’interazione fra due placche…

Tweet di Militia Christi sui social.
Tweet di Militia Christi sui social.

Ebbene, la prossima volta in cui noi, “emancipato ed evoluto Occidente”, ci lamenteremo dell’arretratezza culturale dei musulmani, ricordiamoci che la nostra Nazione ha partorito i Militia Christi. A quanto pare dopo le sette piaghe di Egitto, ci saranno quelle d’Italia. Aspettando le cavallette, preghiamo per queste persone che si sono fermate all’Antico Testamento senza conoscere il messaggio di quello stesso Cristo di cui si reputano “militia”. Davvero, “Padre, perdonali perché non sanno quello che fanno”. In questo caso “quello che dicono”.

E se questa tipologia di fanatici religiosi getta fango sul cattolicesimo, non meno vergogna hanno provato vegetariani e vegani. Anche dalla loro categoria si sono alzate alcune spiacevoli voci stonate da cui gran parte di vegani e vegetariani ha prontamente dichiarato di dissociarsi. C’è stata infatti qualche “celebrituccia” vegana che ha scritto sui social che “se Amitrice è la città in cui è nata l’amatriciana, si sia trattato allora di karma. Salvo poi ovviamente comunicare di essere stata vittima di hackeraggio per salvarsi la faccia. Si rimane allibiti. Non mangiare carne per etica, per non uccidere vite di qualsiasi tipo, e poi considerare in un certo qual modo “giusta” la morte di passa duecento persone perché magari “mangiatrici di carne”? Al di là dell’incoerenza… ma di che si parla? Non ci sono parole.

 

Di Valentina Mazzella                   

 

Locandina dell'inizia lanciata per aiutare le vittime del terremoto.
Locandina dell’iniziativa lanciata per aiutare le vittime del terremoto.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here