Home Cronaca Napoli, scoperte due fabbriche di profumi contraffatti per San Valentino 

Napoli, scoperte due fabbriche di profumi contraffatti per San Valentino 

828

Maxi sequestro di oltre 3.100 flaconi, per un valore di circa 100.000 euro. Denunciate tre  persone

Il comando Provinciale della Guardia di finanza di Napoli ha scoperto a Melito di Napoli due fabbriche abusive utilizzate per la produzione di profumi di noti marchi nazionali e internazionali contraffatti.

L’operazione, condotta dai baschi verdi del Gruppo Pronto Impiego di Napoli, ha permesso di individuare dei box auto adibiti a veri e propri laboratori del falso, dove venivano prodotti i profumi,  senza alcuna garanzia del rispetto delle norme igienico-sanitarie.

Tra i 3.100 flaconi di profumo posti in sequestro, c’erano contraffazioni di noti marchi di lusso come Dior, Armani, Burberry, Hugo Boss, Creed, privi dei requisiti minimi di sicurezza, e 115mila etichette pronte all’uso, copie identiche agli originali.

Anche i profumi erano confezionati così accuratamente da trarre in inganno i consumatori più attenti, con rilevanti rischi di allergie e danni alla pelle, data la totale inosservanza delle prescrizioni igienico-sanitarie e la dubbia provenienza delle essenze.

Tre le persone denunciate per ricettazione, contraffazione e violazioni delle norme sulla sicurezza dei prodotti commerciali, una di Napoli e due di Melito di Napoli, che, con l’approssimarsi di San Valentino, stavano per mettere sul mercato i prodotti per conseguire profitti per oltre 100mila euro.

E’ di qualche giorno fa la notizia di un altro sequestro avvenuto a Napoli, in zona ferrovia, di oltre 3.200 capi di abbigliamento con marchi contraffatti, loghi di lusso, e pendrive con centinaia di label digitali e grafiche da utilizzare per la contraffazione.

Una piaga, quella della contraffazione, che dilaga nel territorio campano e che nuove un giro d’affari milionario. Alle spalle, l’ombra della criminalità organizzata che rende necessario un presidio territoriale ad hoc del mercato del falso, in raccordo con la Guardia di Finanza, che identifichi le iniziative piu’ idonee di contrasto alla contraffazione, tenendo conto delle specificità dei territori, in raccordo con le politiche nazionali.

 

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here