Home Cronaca "NO ALL'INCENERITORE": UN ANNO DOPO

"NO ALL'INCENERITORE": UN ANNO DOPO

1711

GIUGLIANO – Si riaccende la protesta dell’area Napoli nord. GIUGLIANO. Tutti i comuni dell’hinterland si schierano a favore dell’iniziativa, decine gli striscioni esposti per le strade e le piazze dei comuni.

Giugliano, Qualiano, Villaricca, Marano, Chiaiano, Mugnano, Parete e Quarto, la popolazione esprime il secco “No” alla costruzione del termovalorizzatore nell’ex centrale Turbogas dell’Enel.

Il messaggio unanime è rivolto al commissario straordinario per la realizzazione dell’inceneritore, Alberto Carotenuto, fermo e convinto sostenitore del bando di gara che realizzi la struttura atta alla combustione di 6 milioni di tonnellate di rifiuti raccolti nelle ecoballe sparse sul territorio campano.

L’iniziativa è stata lanciata dal comitato “No Inceneritore-Giugliano”, i vertici fanno sapere che all’apertura delle buste del bando, rimandata tra dieci giorni, un presidio si recherà presso l’ufficio dell’assessorato all’Ambiente in via Depretis a Napoli, per protestare.

Intanto il 28 novembre alle ore 18.00 è previsto un corteo di dissenso per le strade di Giugliano contro la costruzione del mega impianto.

di Veronica Speranza

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here