Home Napoli Sos dal Parco Mascagna, transennata l’area a valle e chiuso l’accesso da...

Sos dal Parco Mascagna, transennata l’area a valle e chiuso l’accesso da via Bertini

309

Mai partiti i lavori di riqualificazione annunciati dall’assessore Santagada a meta febbraio

 

    “ Ad aggravare la situazione di degrado e d’abbandono del poco verde pubblico a disposizione dei napoletani, contribuisce lo stato precario nel quale versano i pochi parchi e giardini pubblici presenti nel capoluogo partenopeo. Nell’ambito della municipalità collinare, che comprende i quartieri del Vomero e dell’Arenella, con circa 120mila residenti, oltre al parco della villa Floridiana, finisce nell’occhio del ciclone anche un’altra area a verde pubblico presente sulla collina partenopea, frequentata da tanti bambini accompagnati ma anche da numerose persone anziane. Si tratta del parco comunale Mascagna, già conosciuto come giardini di via Ruoppolo, uno dei pochi spazi verdi a disposizione dei residenti, che purtroppo continua, nonostante le tante segnalazioni pervenute, anche da parte di genitori preoccupati pure per la sicurezza dei propri figli,  a versare in una situazione di estrema precarietà, con tante aree interdette ai visitatori “. A intervenire, ancora una volta, sulle condizioni del parco  comunale in questione è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari già presidente della Circoscrizione Vomero.

            ” Dopo le segnalazioni pervenutemi in questi giorni – puntualizza Capodanno – stamani mi sono recato in via Pacio Bertini, riscontrando che  l ‘ingresso al parco era chiuso. Un avviso, scritto a penna affisso sui cancelli, informava che l’accesso al parco era consentito solo dall’ingresso di via Ruoppolo, senza precisare i motivi di una tale decisione. Dietro i cancelli sbarrati però si notava che tutta l’area posta nella parte inferiore del parco, corrispondente a circa il 50% della superficie totale, era transennata con una rete arancione. Su un’aiuola interdetta era anche presente un grosso ramo d’albero caduto, la qual cosa indurrebbe a pensare che il transennamento sia stato effettuato, ancora una volta, per garantire la sicurezza dei tanti frequentatori, impedendo così l’acceso alle aree interdette “.

            ” Eppure – sottolinea Capodanno – l’assessore al verde Santagada, in un post pubblicato sul social network Facebook a metà febbraio, annunciava che la Giunta Comunale aveva approvato, su sua proposta, il progetto esecutivo per la riqualificazione del parco Mascagna, aggiungendo che gli interventi venivano finanziati dal piano strategico Città Metropolitana per un importo di circa 440 mila euro, prevedendo, oltre a quelli a carico di alberature ed aree verdi, anche il rifacimento della pavimentazione, degli impianti di illuminazione, di irrigazione e di videosorveglianza. Inoltre si sarebbe proceduto alla riqualificazione di tutte le aree gioco con la sostituzione delle giostre esistenti e con la creazione  di aree tematiche diversificate tra cui una di sport e fitness, una zona giochi, un orto didattico e un’area cani. Rientravano nel progetto anche interventi ai campi da basket e da bocce, il restauro della fontana e la revisione di arredi, sedute e pensiline. Il parco infine sarebbe stato dotato di indicazioni informative sulle specie arboree esistenti.

            ” Con l’approvazione del progetto esecutivo – affermava nel post l’assessore Santagada – possiamo procedere finalmente alla riqualificazione del parco e procederemo con le opere per restituire al quartiere un polmone verde e un’area giochi a beneficio di tutta la collettività, bambini, anziani e famiglie “.

            ” Belle intenzioni – afferma Capodanno – che però , fino a questo momento, e siamo a fine marzo, quindi a distanza di un mese e mezzo, sono rimaste solo sulla carta dal momento che i lavori di riqualificazioni annunciati non risultano ancora iniziati e di operai al lavoro non se ne vedono, mentre si aggrava sempre di più il degrado e l’abbandono che affliggono, e non da oggi, il parco comunale, tra la rabbia e la delusione dei tanti frequentatori “

            Al riguardo Capodanno lancia un nuovo appello all’assessore comunale al verde e agli uffici competenti, affinché si proceda, in tempi rapidi, a mettere in campo gli urgenti quanto oramai indifferibili interventi, sulla scorta del progetto esecutivo di riqualificazione del parco comunale, approvato a metà febbraio ma non ancora  partito.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here