Home Cultura Università Federico II: gli studenti organizzano un flash mob e l’evento “Un...

Università Federico II: gli studenti organizzano un flash mob e l’evento “Un manifesto per la pace” per dire no alla guerra

717

NAPOLI – Di fronte agli agghiaccianti avvenimenti in Ucraina delle ultime due settimane, l’Ateneo dell’Università degli studi di Napoli Federico II non tace. Sempre attento all’attualità, ha scelto di manifestare in segno di solidarietà organizzando un evento. Domani, lunedì 14 marzo alle ore 10.30, si terrà pertanto un flash mob presso lo Scalone della Minerva e dalle ore 11.00 una seconda iniziativa nell’Aula Magna storica in Corso Umberto I, 40. Qui si terranno delle letture contro le guerre con la presentazione del progetto “Federico II: un manifesto per la pace”. Il Rettorato comunica che tutte le attività didattiche saranno sospese, fatta eccezione per le sessioni di esame di profitto ed esami di laurea per tutto il giorno.

Parteciperanno all’incontro il rettore Matteo Lorito e gli studenti. Interverranno inoltre i docenti Laura Lieto (nonché Assessore all’Urbanistica del Comune di Napoli) e Andrea Graziosi, scrittori e artisti come Barbara Buonaiuto, Rosaria De Cicco, Marina Confalone, Sergio Dileo, Marco Zurzolo, Maurizio de Giovanni e la giovane studentessa e attrice Greta Esposito (nota di recente al grande pubblico in particolare per il ruolo di Nina nella serie “Mare Fuori” e di Antonietta nella fiction “Il commissario Ricciardi”).

Tutti insieme – studenti, docenti, personale, scrittori e artisti – si attivano «per dire no alla guerra e per promuovere un messaggio di pace in un periodo storico drammatico». In una nota della Federico II si legge espressamente: «L’Ateneo è da sempre sede di scambi culturali e promotore di confronto e anche in questa occasione, con la massiccia partecipazione degli studenti soprattutto attraverso le associazioni studentesche, ha scelto di far sentire la propria voce nel nome della cultura». Una manifestazione che ricorda a tutti il potere della parola, alla base della civiltà per la lotta contro ogni forma di violenza e prevaricazione.

Di Valentina Mazzella

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here