Home Cronaca A FRATTAMAGGIORE UN 17ENNE INVESTITO DA UN TRENO: LE INDAGINI FORMULANO L’IPOTESI...

A FRATTAMAGGIORE UN 17ENNE INVESTITO DA UN TRENO: LE INDAGINI FORMULANO L’IPOTESI DI SUICIDIO.

3666

FRATTAMAGGIORE – Un incubo per tutti a ciel sereno quello che è accaduto ieri, lunedì 5 ottobre, intorno a mezzogiorno presso la stazione di Frattamaggiore – Grumo Nevano (NA). Un ragazzo di soli 17 anni ha perso la vita investito da un treno. Dopo solo angoscia, dolore e senso di impotenza. Il giovane pare fosse uno studente della Ragioneria ISIS Filangieri della cittadina. Uscito da scuola dopo le lezioni, è andato ad attendere il treno intercity per ritornare a casa come faceva tutti i giorni. Poi, non ci si spiega ancora come e perché, si è incamminato verso i binari ed è stato travolto dal convoglio 501 che da Sestri Levante conduce a Napoli Centrale. Per terra il suo zaino lasciato sotto la pensilina. Il conducente del treno ha provato a frenare, ma ogni tentativo è stato vano. Il ragazzo è morto sul colpo.

Tra lo shock e l’incredulità dei testimoni, immediato è stato sul posto l’arrivo delle forze dell’ordine e dei soccorsi del 118 i quali purtroppo hanno solo potuto constatare il decesso della vittima. Il padre ne ha subito confermato l’identità. Per diverse ore la circolazione ferroviaria del tratto coinvolto è stata ovviamente interrotta, offrendo al pubblico dei mezzi di trasporto alternativi per i collegamenti interessati. Da subito aperte le indagini, ma ecco affiorare le prime indiscrezioni e rivelazioni: dapprima la notizia straziante di un incidente e poi, in un secondo momento, l’angoscia di un’ipotesi di suicidio che inizia a farsi strada fra le coscienze di chi conosceva il 17enne.

Dino – così lo chiamavano tutti – sembra soffrisse di crisi di depressione che già in passato l’avrebbero spinto a tentare il suicidio più di una volta, avrebbe spiegato il padre. Anche gli inquirenti iniziano dunque a escludere la possibilità che il minorenne sia stato investito in maniera del tutta fortuita attraversando i binari senza accorgersi del treno in arrivo. Si scarta la carta della fatalità e si reputa sempre più attendibile l’idea che Dino possa essersi gettato di proposito contro il treno in corsa. Con intrepida ansia si attendono ora i responsi della polizia scientifica nella speranza che riescano ad aiutare una ricostruzione accurata delle dinamiche dell’accaduto.

Intanto fra gli amici e i compagni di scuola del ragazzo l’ipotesi del suicidio viene avvalorata dallo stato Whatsapp del profilo di Dino aggiornato appena il giorno prima della raccapricciante fine: “Dopo aver svaligiato 4 siti anime e aver raggiunto la bellezza di 352 anime non so più che vedere. La messa è finita, vado in pace”. Molti leggono in queste parole un congedo dalla vita in vista di un premeditato gesto di disperazione. Scelta che, a questo punto, possiamo notare sarebbe per le modalità piuttosto affine con i frequenti suicidi dei giovani giapponesi presso le stazioni ferroviarie delle metropoli nipponiche. In realtà per il momento nessuna verità.

di Valentina Mazzella

 

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here