Home Cronaca Dal 9 agosto torna ‘Restate a Napoli’ in piazza del Plebiscito 

Dal 9 agosto torna ‘Restate a Napoli’ in piazza del Plebiscito 

374

24 spettacoli con la direzione artistica di Lello Arena

Si svolgerà dal 9 al 16 agosto, in piazza del Plebiscito, la terza edizione della rassegna teatrale e musicale Restate a Napoli. La kermesse, promossa e finanziata dal Comune di Napoli, rientra nei progetti di Napoli Città della Musica ed è diretta da Lello Arena. Il progetto vuole offrire al pubblico un’occasione per fruire l’esperienza del teatro e la bellezza dell’arte e riparte da un successo importante: circa 100mila presenze nelle prime due edizioni e alcuni milioni di contatti sul web.

Così, per il terzo anno consecutivo, sarà allestito un teatro con 3mila posti a sedere a piazza del Plebiscito, il luogo simbolo di Napoli. Per otto giorni consecutivi i turisti e i cittadini avranno la possibilità di assistere a 24 spettacoli (uno pomeridiano, uno crepuscolare e uno serale), tutti a ingresso libero, prenotandosi al link presente sul sito del Comune di Napoli. Tra gli spettacoli in programma, con inizio dalle 19:30, otto messe in scena nate dall’esperienza del progetto C.I.O.E.(‘) – Centro Interdisciplinare Opportunità Espressive, il corso di formazione professionale per lo spettacolo voluto dal Comune di Napoli che ha visto allievi provenienti da tutta Italia fare un percorso artistico di tre mesi con artisti del calibro di Arturo Brachetti, Nino Frassica, Vincenzo Salemme, Nicola Piovani, Anna Pavignano e Francesco Cicchella.

I cento partecipanti selezionati lo scorso febbraio concluderanno il corso mettendo in scena spettacoli con testi originali, curati da Lello Arena, ispirati agli sketch storici del trio La Smorfia. Nel cartellone generale è voluta la presenza di artisti napoletani “a conferma – spiega una nota del Comune – della vivacità artistica che la città sta esprimendo in tutti i campi dello spettacolo”. In linea con gli intenti dell’amministrazione del sindaco Gaetano Manfredi e dal delegato del sindaco alla musica e audiovisivo Ferdinando Tozzi, la kermesse “darà ulteriore linfa ai processi di industrializzazione artistica e culturale iniziati lo scorso anno e che da mesi vede effetti positivi per tutto il settore con indotti professionali migliorati”. Tra gli asset del sindaco ci sono, infatti, “le politiche culturali che si stanno riaffermando con effetti economici rilevanti e di opportunità per un settore, che con la pandemia da Covid-19, era in crisi”.

“È un agosto con eventi molto importanti, un’estate che è dedicata ai turisti, ma soprattutto ai cittadini, napoletani e non, che restano in città e avranno modo di poter assistere a tanti spettacoli gratuiti, di grande qualità, per trascorrere del tempo insieme in allegria. È poi anche l’occasione – ha detto Manfredi presentando la kermesse – per vedere all’opera i giovani talenti che sono stati selezionati e formati attraverso l’Accademia curata da Lello Arena ed Enzo Decaro in memoria di Massimo Troisi. Mettiamo insieme, quindi, artisti affermati con artisti emergenti e diamo un’opportunità di lavoro e per farsi conoscere. Guardiamo al futuro della città partendo anche dai tanti giovani talenti che credo siano la vera energia che abbiamo a Napoli”.

“Restate a Napoli rientra nel percorso di Napoli città della Musica e dell’industria culturale che il sindaco Manfredi sta portando avanti. Questa rassegna – ha aggiunto Tozzi- da un lato offre grandi eventi alla città e ai turisti, dall’altro valorizza i giovani dell‘Accademy di C.I.O.E.(‘), fatta nel nome di Massimo Troisi: 110 ragazzi che hanno fatto tre mesi di formazione di altissimo livello e che si esibiranno nella piazza più bella di Napoli, del mondo. Restate a Napoli è quindi sia spettacolo, sia grandi eventi, sia formazione di industria culturale”.

“Siamo molto felici di proporre questa terza edizione dopo due edizioni che erano stata già accompagnate da una grandissima partecipazione dei napoletani e anche dei turisti. C’è una fascia che è quella dei nuovi talenti – ha aggiunto Lello Arena – che si stanno formando e che invece di avere piazza del Plebiscito come punto di arrivo avranno qui una grande occasione di visibilità. Abbiamo una fascia che darà spazio al meglio di quello che si vedrà in futuro nel panorama dello spettacolo in Italia e abbiamo otto spettacoli che sono il frutto della formazione del corso di C.I.O.E.(‘). Ci sono artisti veramente straordinari ed è tutto gratuito: basta prenotarsi e si viene serviti e riveriti nella piazza più bella della città”.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here