Home Caserta FORSE UN NAPOLI PIU’FORTE…

FORSE UN NAPOLI PIU’FORTE…

1667

Napoli La città inizia a riprendersi dal pesantissimo colpo del trasferimento di Gonzalo Higuain alla Juventus.

C’è chi ancora ne parla, dividendosi tra chi difende l’argentino e chi lo attacca ferocemente.

Come spesso accade, la verità sta nel mezzo.

Higuain è un giocatore che, dati i suoi trascorsi e date le sue enormi capacità, vuole solo ed esclusivamente vincere il più possibile.

Ci sta che uno dei dieci giocatori più forti del pianeta, dopo tre anni tra alti e bassi, arrivato a 29 anni, voglia andare lì dove si vince. Ci sta soprattutto dopo che questo ragazzo, a gennaio, col Napoli campione di inverno, vede l’immobilismo sul mercato del suo presidente.

Ci sta che vada alla Juve. Non esistono bandiere.

Ciò che non ci sta è il suo comportamento. Va bene non rilasciare dichiarazioni pubbliche.Va bene non chiamare il “nemico” De Laurentiis.

Non va bene ignorare squadra e tifosi: se Higuain ha fatto 36 gol, lo deve a Sarri e ai compagni.E se era una star, lo deve al tifo napoletano.

A queste persone doveva un rispetto diverso. Non ringraziamenti e saluti indiretti in sede di presentazione bianconera.

Chiuso il capitolo Pipita, il Napoli guarda avanti.

Sono arrivati Tonelli, Giaccherini e Milik; 3 colpi che “allungano” e rafforzano la rosa partenopea, peraltro già ottima viste le prime uscite amichevoli.

Si perché saranno anche Trento ed Entella, ma il Napoli non le ha semplicemente battute. Le ha dominate, mostrando grande sinergia, organizzazione e giocate spettacolari.

Occorre un terzino destro che si alterni ad Hysaj, due centrocampisti di buon livello e, forse, un’altra punta centrale se Gabbiadini non dovesse convincere in quel ruolo.

Lo si ripete : il Napoli ad oggi è già favorito per il secondo posto e chissà…

E’il momento che De Laurentiis investa il “tesoretto” a disposizione. E’ il momento che dimostri che Napoli non è solo una piazza di rilancio, che lo dimostri ai tifosi che tanto sognano e tanto sacrificano; alla stampa nazionale che vede un Napoli meno competitivo; a quell’argentino che è partito in silenzio credendo il contrario.

di Mario Civitaquale

 

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here