Home Cinema “Mameli, il ragazzo che sognò l’Italia”: l’omaggio al padre del “Canto degli...

“Mameli, il ragazzo che sognò l’Italia”: l’omaggio al padre del “Canto degli Italiani”

206

RECENSIONE – Possono morire gli uomini, ma non le idee. È soprattutto questo quanto la storia di Goffredo Mameli e degli altri patrioti del Risorgimento italiano insegna oggi a tutti noi. Ed è questo il punto che la fiction “Mameli – Il ragazzo che sognò l’Italia” è riuscita perfettamente a centrare. La serie, composta da quattro episodi, è andata in onda in due appuntamenti lunedì 12 e martedì 13 febbraio su RaiUno. Per chi desiderasse, è in ogni caso ancora possibile recuperarla in streaming sulla piattaforma di RaiPlay.

La regia è firmata da Luca Lucini e Ago Panini. La miniserie gode in generale di un buon cast: il giovane Riccardo De Rinaldis Santorelli nel panni del protagonista Mameli e Amedeo Gullà nel ruolo di Nino Bixio. A seguire Neri Marcorè, Isabella Briganti, Barbara Venturato, Lucia Mascino, Luca Ward, Chiara Celotto, Gianluca ZaccariaGiovanni Crozza Signoris. Spiccano per eccellente qualità la bellezza della fotografia e la cura del reparto costumi. Non da meno la scelta delle incantevoli scenografie. La trama, invece, è molto semplice, ma almeno lineare.

“Mameli – Il ragazzo che sognò l’Italia” desidera raccontare al largo pubblico la vita di Goffredo Mameli. Il giovane fu poeta, patriota e in particolare l’autore del celeberrimo testo “Canto degli Italiani”, l’inno nazionale della nostra Repubblica. La narrazione si concentra sugli eventi dai Moti del ’48 fino alla Repubblica romana, in breve sugli esordi di un più ampio contesto storico che fu il Risorgimento in Italia nel XIX secolo.

La serie evoca i valori e gli ideali di un popolo stanco di rassegnarsi alla stagnazione di una realtà non più tollerabile. Mostra l’entusiasmo, l’ardore e la determinazione di una giovane generazione che credeva nella possibilità del cambiamento. Racconta le storie di giovani coraggiosi e un po’ incoscienti, in fondo non tanto diversi dai loro coetanei di ogni epoca. Giovani con i loro sogni, i loro amori, i loro trascorsi. Giovani pronti a schierarsi contro le ingiustizie e le ineguaglianze.

“Mameli – Il ragazzo che sognò l’Italia” descrive un patriottismo lontano anni luce da quello attuale in cui spesso gli Italiani rammentano di essere tali solo quando c’è da esporre il tricolore durante i Mondiali o gli Europei di calcio. Dispiace immaginare, ad esempio, la reazione di Mameli se potesse osservare l’attuale scena socio-politica della nostra penisola. La serie, dunque, ricapitola la vita di un ragazzo che scrisse dell’Italia che sognava e in cui credeva sinceramente. L’Italia che purtroppo non fece nemmeno in tempo a veder nascere e che nel presente troppo spesso diamo per scontato e non apprezziamo.

Di Valentina Mazzella 

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here