Home Cultura MANN, “Manga Heroes”: dal Vesuvio al monte Fuji grazie al COMICON

MANN, “Manga Heroes”: dal Vesuvio al monte Fuji grazie al COMICON

706
Foto di Valentina Mazzella.

NAPOLI – Per i nostalgici del COMICON non c’è niente di meglio in questo periodo che fare un salto al MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Fino al 19 settembre è, infatti, possibile visitare la mostra “Manga Heroes. Gli eroi e i miti alle pendici del vulcano”. Leggera, accattivante e colorata. L’esposizione è tutta dedicata al mondo nipponico. È stata realizzata grazie alla collaborazione con la casa editrice J-POP Manga e, ovviamente, con la fiera fumettistica Comicon. I possessori dei biglietti del COMICON 2022, pertanto, possono pagare il prezzo di ingresso a costo ridotto, soli 7.5 euro.

Foto di Valentina Mazzella.

La nostra Napoli e il Giappone sono due mondi geograficamente e culturalmente molto distanti. Eppure è bello cercare e trovare ponti tra le nazioni. La mostra ha avuto l’intuizione di sfruttare come anello di congiunzione tra le due realtà il parallelo del Vulcanoper noi che viviamo ai piedi del Vesuvio – con il Fuji, il monte più alto del Giappone. Il cuore della mostra resta il manga: i suoi protagonisti e la sua storia. Si tratta di un prodotto editoriale che in Giappone è molto più di un banale fumetto. In patria il manga viene considerato – com’è giusto che sia – un’importante espressione artistica attraverso cui il Sol Levante ha l’opportunità di raccontarsi, di condividere la propria cultura, gli usi e i costumi, la filosofia di vita e il modo di interpretare l’esistenza e la società.

Foto di Valentina Mazzella.

Nella sezione a tema presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il visitatore può vedere circa 130 opere dedicate agli eroi dei manga giapponesi più famosi e al tempo stesso confrontati con dei personaggi dell’antichità. Nelle teche è possibile osservare tavole originali, statue, caschi, toys e oggetti rari da collezione. I più appassionati riconosceranno Super Robots Goldrake, Mazinga, Jeeg e Voltron che alle volte richiamano alla mente Scilla e Cariddi o le armature di Efesto.

Foto di Valentina Mazzella.

Davvero curata nel dettaglio è la riproduzione dell’armatura di Saint Seiya (il nostro Pegasus per intenderci) dei celeberrimi Cavalieri dello Zodiaco, manga e anime che già evocavano le atmosfere della Magna Grecia e degli ambienti dei gladiatori. “Manga Heroes. Gli eroi e i miti alle pendici del vulcano” è una mostra per gli appassionati, ma anche per i curiosi e per i nostalgici cresciuti con “i robottoni degli anni ’80” che hanno voglia di scoprire di più sul variegato mondo dei manga.

 

Testo e galleria fotografica di Valentina Mazzella:

 

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here