Home Cronaca Napoli: Eike Schmidt è il neo direttore del museo di Capodimonte

Napoli: Eike Schmidt è il neo direttore del museo di Capodimonte

207

Ruotolo, Pd: “Una scelta di prestigio che evidentemente è incompatibile con propositi di candidatura a sindaco di Firenze”

Eike Dieter Schmidt e’ il nuovo direttore del Museo di Capodimonte. Schmtdt, 55 anni, alla guida delle Gallerie degli Uffizi per 8 anni, succede a Sylvain Bellenger. “Avevo appena terminato il mio discorso alla presentazione della mostra di Nicola Samorì, al tesoro di San Gennaro, quando la notizia ci ha raggiunto. E il brindisi a questo punto è diventato per l’incarico. Mi sono davvero molto commosso”, ha commentato la notizia Schmidt.

Dopo le selezioni per i Musei Autonomi, lo storico dell’arte tedesco è stato scelto dal Ministero della Cultura per Capodimonte in una terna di nomi che comprendeva anche Cecile Hedwig Mathilde Hollberg e Marco Pierini.

“A Capodimonte ci sarà continuità. Si è conclusa la procedura prevista dalla legge e Schmidt è uno dei più importanti direttori di musei. Ha diretto gli Uffizi, uno dei più grandi musei al mondo ed ha un’esperienza internazionale’ , ha commento detto il ministro Sangiuliano.

“Gli obiettivi per il nuovo incarico sono tutti scritti nella legge e nella norma, e specificatamente nelle priorità politiche del quinquennio. Continuerò il lavoro che Sylvain Bellenger ha iniziato riguardo il grande lavoro della riqualificazione non solo del museo, ma anche per il giardino”, ha detto Eike Schmidt, parlando con i giornalisti a Firenze del suo nuovo incarico di direttore del museo di Capodimonte a Napoli.”Non è abbastanza noto ma è un fatto che Capodimonte ha la seconda più importante collezione di opere d’arte mobili, di beni artistici dopo gli Uffizi, mentre il Real bosco è molto più grande del giardino di Boboli – ha aggiunto Schmidt – Quindi c’è anche un elemento di crescita della responsabilità in questo cambiamento”.

La notizia della nuova nomina e’ stata bene accolta, ma ci sono delle perplessità circa la notizia di una possibile candidatura di Schmidt a sindaco di Firenze che lo stesso Schmtdt non ha smentito. “Su questo argomento – ha detto Schmidt – inizierò a pensarci a gennaio”.

“Sto per arrivare a Napoli e chiedere subito un’aspettativa sarebbe anche un po’ buffo sinceramente. La cosa importante e’ di iniziare con questo grande lavoro”. Cosi’ Eike Schmidt, ha commentato la dichiarazione del sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi, relativa all’ipotesi che Schmidt possa prendere l’aspettativa per candidarsi a sindaco del capoluogo toscano per il centrodestra. “Per quanto riguarda le regole italiane di compatibilità – ha spiegato Schmidt – c’e’ una norma ben precisa che dice che i dirigenti statali non possono, durante le ultime settimane della campagna elettorale, pronunciarsi sui temi delle elezioni. Quindi, chi attivamente o passivamente partecipa a delle elezioni per forza prende l’aspettativa. Ma chiedere l’aspettativa con mesi di anticipo e’ abbastanza assurdo”.

“Una scelta di prestigio che evidentemente è incompatibile con propositi di candidatura a sindaco di Firenze. Ci auguriamo perciò che il direttore Schmidt smentisca qualunque proposito di candidatura”. Il commento di Sandro Ruotolo, responsabile Cultura del Partito Democratico.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here